IL NOSTRO LAVORO

L’Associazione Nazionale Comuni Termali (A.N.CO.T.) è stata costituita il 4 ottobre 1989 a Salsomaggiore Terme dai Comuni di Abano Terme (PD), Bagno di Romagna (FO), Castellammare di Stabia (NA), Castrocaro Terme (FO), Chianciano Terme (SI), Godiasco Salice Terme (PV), Ischia (NA), Montecatini Terme (PT), Montechiarugolo (PR), Montegrotto Terme (PD), Salsomaggiore Terme (PR) e Tivoli (RM). Ha sede legale ed operativa presso
il Municipio di Chianciano Terme, mentre la presidenza è presso il Comune di Salsomaggiore Terme.

Conta 46 Comuni Termali che rappresentano una parte importante del Termalismo Italiano.

Possono associarsi i Comuni nel cui territorio operino aziende termali pubbliche o private.

ANCOT persegue le seguenti finalità:

1. svolge azione di informazione, documentazione, promozione, divulgazione e ogni altra attività atta a favorire lo sviluppo e la valorizzazione del
termalismo, nonché la crescita dell’economia turistico termale con particolare riferimento a quella dei membri dell’Associazione;
2. si configura come entità di riferimento sul piano della ricerca, del confronto, dell’orientamento, delle proposte e del coordinamento in relazione
all’elaborazione delle politiche termali a qualsiasi livello stabilendo, allo scopo, gli opportuni contatti e assumendo le conseguenti iniziative. Proprio
in questo contesto A.N.C.O.T. è stata promotrice e sostenitrice della legge sul riordino del settore termale (L. 323/2000);
3. sostiene ed orienta l’attività di ricerca scientifica comunque collegabile al termalismo ai fini della valorizzazione de/le risorse termali di ogni tipo,
dell’incremento turistico termale e del pieno riconoscimento della tempia termale negli ambiti medico scientifici;
4. promuove e sostiene iniziative e attività connesse alla valorizzazione ambientale e alla difesa ecologica del territorio;
5. assume ogni iniziativa ritenuta utile ed opportuna per il perseguimento dei fini associativi, collaborando con Enti e Organismi del settore, anche
al fine di favorire la libera circolazione del turismo termale nell’ambito dell’Unione Europea;
6. svolge azione di coordinamento fra i Comuni associati nei rapporti con gli Organi Istituzionali, Governo e Parlamento in primis, e con ANCI e
FEDERTERME.