ANCOT NEWSLETTER

ARCHIVIO
HUB TURISMO – TERME & BENESSERE con il patrocinio di A.N.CO.T.09/10/2017
HUB TURISMO – TERME & BENESSERE con il patrocinio di A.N.CO.T.
A.N.CO.T. al Meeting business, Expo, Workshop, Laboratori a tema, Eductour - Milano – Centro Congressi “Le Stelline”

Milano (20 settembre 2017) . Intervento del Past President di A.N.CO.T. Massimo Tedeschi, quale delegato della Presidente Franca Roso, al Convegno inaugurale “Nuove definizioni per nuovi mercati: Terme e Spa a confronto”

Oltre all’Associazione dei Comuni Termali, erano presenti anche i rappresentanti di Federterme, EHTTA e del turismo estero.
Il Past President Tedeschi ha illustrato la validità del termalismo curativo, nei suoi aspetti di prevenzione, cura, riabilitazione, e del termalismo del benessere, ancora troppe volte confuso con il falso termalismo dell’”acqua calda”.
Lo steso ha ribadito come ANCOT sostiene con forza la proposta di aggiornamento della legge sul termalismo n. 323/2000, in corso di esame in Parlamento, e spiega che, purtroppo, nel mondo del termalismo italiano non è ancora stata applicata una sintesi intermedia ed efficace fra termalismo “tutto curativo” e termalismo inteso come benessere in senso lato. Trovare, condividere ed applicare una sintesi efficace sarebbe una svolta.
Ad un giornalista che osserva come nel generale incremento del turismo italiano del 2017 l’unico comparto in sofferenza è quello termale viene risposto che il comparto è frenato da alcuni persistenti fattori: 1. Diffidenza verso la “cura termale” da parte del mondo delle università mediche e, di conseguenza, del mondo medico; non a caso non c’è sviluppo delle cattedre di “medicina termale” e non a caso la figura dell’operatore termale non è ancora definita; la ricerca sull’efficacia delle cure termali non è sufficiente e va ulteriormente potenziata. 2. Eccessiva frammentazione delle associazioni termali, cui si è cercato di porre un, sia pur parziale, rimedio con l’accordo Federterme/A.N.CO.T. del 2011, rimasto inattuato, e con quello, nuovo, imminente. Viene citato il felice esempio della Federazione termale climatica francese (FTCF) che raggruppa in modo unitario e strutturato tutte le associazioni termali di quel Paese (imprese, comuni, medici, tecnici, ecc.) che interloquiscono con voce sola con il Ministero della Sanità e con le Regioni; fatto che oggi in Italia non avviene. 3. Utilizzo della Direttiva europea di libera circolazione dei pazienti termali, che apre ad un mercato termale di 500 milioni di cittadini europei, avviando una interlocuzione sistematica nazionale con le assicurazioni sanitarie di Paesi europei come ad esempio la Germania.

CERCHIARA DI CALABRIA - IL SINDACO INAUGURA I LAVORI COMPLETATI ALLA GROTTA DELLE NINFE 26/07/2017
CERCHIARA DI CALABRIA - IL SINDACO INAUGURA I LAVORI COMPLETATI ALLA GROTTA DELLE NINFE
Il Comune di Cerchiara di Calabria, socio ANCOT, inaugurerà il completamento lavori del Centro Benessere Grotta delle Ninfe e del Viale delle Ninfe Lusiadi in Cerchiara di Calabria(CS) il 27.07.2017 ore 18.30 presso la Grotta delle Ninfe in Cerchiara.

Il Sindaco di Cerchiara di Calabria Antonio Carlomagno inaugurerà il Centro benessere del complesso termale comunale che dovrebbe vedere anche la presenza del governatore On Mario Oliverio.

"Opera che ha visto tutta la mia amministrazione impegnata a dare possibilità di sviluppo turistico culturale sociale e soprattutto occupazionale". Sono le parole del Dr. Carlomagno.

Da ANCOT i migliori auguri di un grande successo per il nuovo centro benessere termale, nel segno della valorizzazione delle risorse termali italiane nonché della crescita dell’economia turistico - termale.


Nella suggestiva grotta, le cui pareti di roccia calcarea si aprono, in alcuni punti, verso il cielo, si è creata una piscina di acqua calda (30 °C), già nota agli antichi Sibariti.
 
Qui si formano fanghi dalle proprietà terapeutiche. Secondo l’antica leggenda, la Grotta delle Ninfe Lusiadi era l’antro nascosto che custodiva il talamo della mitica Calipso. Files allegati:
A.N.CO.T. in audizione alla X Commissione Attività Produttive Camera dei Deputati23/05/2017
A.N.CO.T. in audizione alla X Commissione Attività Produttive Camera dei Deputati
A.N.CO.T. in audizione alla X Commissione Attività Produttive
Camera dei Deputati


“Parere favorevole di A.N.CO.T.  alle modifiche alla legge 24 ottobre 2000, n. 323, concernente la disciplina del settore termale, e istituzione della Giornata nazionale delle terme d'Italia”
Presentata dagli  Onn. Fanucci e Camani e altri


Roma 23 maggio 2017 - A.N.CO.T., l’Associazione Nazionale dei Comuni Termali, presieduta da Franca Roso Vice Sindaco di Acqui Terme è intervenuta tramite Giuseppe Bellandi, membro del Consiglio Direttivo e Sindaco di Montecatini Terme, all’audizione della X Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati in merito al disegno di legge (AC 4407) di riforma della legge 323 del 2000 di riordino del sistema termale, che vede fra i firmatari gli Onn. Fanucci (primo firmatario) e Camani.


“A.N.CO.T. ha espresso parere favorevole al disegno di legge (AC 4407)” ha commentato Bellandi alla conclusione dell’audizione. “Il Presidente della X Commissione On. Guglielmo Epifani ha mostrato una notevole conoscenza di quanto le terme possano rappresentare in termini di salute, turismo, cultura e lavoro nei territori dei comuni termali” ha proseguito il Consigliere di A.N.CO.T.
Rispetto alla proposta di legge n. 4407 del 5 aprile 2017 A.N.CO.T. condivide:
1.    concreta attuazione al progetto di rilancio del settore termale del nostro Paese, in una più complessiva ottica di valorizzazione delle economie locali.
2.    promozione, valorizzazione e crescita economica e sociale dei territori termali (art. 1);
3.    agevolare il reinserimento sul mercato e l'attuazione dei percorsi di privatizzazione previsti per legge delle imprese termali pubbliche;
4.    tutela del termine «termali», sottolineandone l'utilizzabilità solo ed esclusivamente per le aziende termali e per le prestazioni dalle stesse erogate (art.2);
5.    l'attuazione di politiche virtuose di privatizzazione, finalizzate al definitivo rilancio degli stabilimenti termali ancora gestiti dagli enti territoriali;
6.    l'attuazione di politiche di promozione del termalismo e del turismo nei territori termali, stabilendo l'inserimento, nei programmi di promozione dell'Agenzia nazionale italiana del turismo, di iniziative per il settore termale;
7.    rilancio delle scuole di specializzazione in medicina termale e a dare nuovo impulso alla ricerca scientifica in ambito termale;
8.    l'inapplicabilità del decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 (di attuazione della direttiva 2006/123/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 dicembre 2006, cosiddetta direttiva Bolkestein), alle attività termali in quanto attività di erogazione di servizi sanitari, recependo i chiarimenti forniti sul tema sia dalla Commissione europea che dal Ministero della salute;
9.    tutela dei  lavoratori stagionali, ossia proprio quelli che storicamente vengono impiegati alle terme;
10.    l'istituzione della Giornata nazionale delle terme d'Italia;

A.N.CO.T. ha ribadito nelle parole del Sindaco di Montecani Terme “l’assoluta necessità che la proposta di legge possa attuarsi nel più breve tempo possibile” oltre alla:
1.    necessità di porre attenzione sulle ricadute sui territori;
2.    la necessità di procedere alla sottoscrizione di un accordo fra Stato e Regioni affinché sia posta attenzione alle terme, ai suoi territori ed al turismo termale;
3.    la necessità  di operare in stretto raccordo con Federterme e FORST, con una interlocuzione nei confronti di Governo e Parlamento in forma sempre più coordinata e condivisa;
4.    la necessità di collaborazione degli Enti territoriali e locali - che trovano in ANCOT l’associazione rappresentativa - con Federterme e le Istituzioni, per rilanciare e salvaguardare tutto il settore termale a lavorare in sinergia con tutti coloro che, a vario titolo, si occupano del settore termale.
5.    la necessità di procedere in tempi più rapidi possibili all’attuazione della proposta di legge, anche alla luce attuazione della Decreto Madia e tenuto conto dei possibili fallimenti di privatizzazione, previsti dalla norma.
A.N.CO.T. ha voluto manifestare la propria totale disponibilità a lavorare con la X Commissione Attività produttive della Camera dei Deputati. Ritiene, inoltre essenziale per il settore termale anche la collaborazione interministeriale fra il Ministero della Salute, il MISE, il MIUR ed il MIBACT.

Files allegati:
GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA 22.03.2017. INIZIATIVA PRESSO LE TERME DI SUIO-CASTELFORTE21/03/2017
GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA 22.03.2017. INIZIATIVA PRESSO LE TERME DI SUIO-CASTELFORTE
GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA

Anche il Comune di Castelforte partecipa alla Giornata Mondiale dell'Acqua concedendo il Patrocinio ad una iniziativa di sensibilizzazione della Suio Natural SPA.

Il 22 marzo di ogni anno, infatti, si festeggia l'acqua, l'elemento sinonimo di vita. La Giornata Mondiale dell'Acqua (in inglese: World Water Day) è una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, prevista all'interno delle direttive dell'agenda 21, risultato della conferenza di ...Rio.

Il 22 marzo di ogni anno gli Stati che siedono all'interno dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite sono invitati alla promozione dell'acqua promuovendo attività concrete nei loro rispettivi Paesi.

Oltre gli Stati membri del Palazzo di Vetro, dal 2005 anche una serie di Organizzazioni Non Governative hanno utilizzato tale giornata come momento per sensibilizzare l'attenzione del pubblico sulla critica questione dell'acqua nella nostra era, con occhio di riguardo all'accesso all'acqua dolce e alla sostenibilità degli habitat acquatici.
Castelforte, Comune Termale, non poteva che essere sensibile a questo tema ed aderire appieno alla Giornata Mondiale dell’Acqua, visto che le acque termali nello specifico sono una vitale ed inestimabile risorsa per i propri territori da tutelare e valorizzare.
Ed ecco l'iniziativa.

Una ricorrenza per sensibilizzare l'attenzione del pubblico sulla inestimabile risorse delle ACQUE TERMALI

"SALUS PER AQUAM"
Dal 20 al 26 Marzo 2017 Suio Natural SPA

In allegato il manifesto Files allegati:
CHIANCIANO TERME CELEBRA LA GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA “I giovani toscani conoscono le terme” 20/03/2017
CHIANCIANO TERME CELEBRA LA GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA “I giovani toscani conoscono le terme”
 
COMUNE DI CHIANCIANO TERME

Scuola e Ambiente: “I giovani toscani conoscono le terme” (III° Edizione)

Chianciano Terme celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua

Lezione sulle proprietà delle acque termali, visita al Museo civico archeologico Delle Acque e raccomandazioni per tutelare un bene non riproducibile: l’acqua

 

Chianciano Terme (Siena) –  Il 22 marzo di ogni anno si festeggia l'acqua, l'elemento sinonimo di vita. Il Comune di Chianciano Terme promuove in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua una serie di iniziative che coinvolgano scuole, cittadini, istituzioni. Prioritaria è la formazione e quindi l’intera giornata sarà dedicata ai giovani delle scuole elementari per fargli conoscere le Terme di Chianciano ed il suo territorio ed in collaborazione con Terme di Chianciano è prevista una visita, a partire dalle ore 9.30, alle Piscine Theia e al Parco Acquasanta di Terme di Chianciano per far conoscere agli studenti le proprietà delle acque e una visita al Museo civico archeologico Delle Acque di Chianciano Terme, per testimoniare come in questa località le sue preziose acque sono state pienamente apprezzate ed utilizzate, sin dai tempi degli etruschi e romani.  

«A Chianciano Terme l'elemento sinonimo di vita, sotto forma di acqua termale, riveste un significato strategico dal punto di vista culturale e sociale e per questo abbiamo voluto coinvolgere, per la terza volta, i nostri giovani studenti nel processo conoscitivo delle terme del nostro territorio. I giovani potranno, così, visitare e conoscere meglio le Terme di Chianciano, visitare le splendide Piscine termali Theia e il prestigioso Museo civico Delle Acque. I giovani saranno guidati, come piccoli turisti, in questo affascinante ed inedito percorso di conoscenza, dalle insegnanti che ringraziamo» - afferma  la Consigliera delegata all’Istruzione del Comune di Chianciano Terme, Laura Ballati.    

Terme di Chianciano consegnerà ad ogni bambino presente un voucher valido per un ingresso gratuito alle “Piscine Termali Theia” ed un vaucher valido per la riduzione del 20% sull’ingresso per i genitori.

 «Siamo alla terza edizione di questo progetto, ripetuto proprio a seguito del successo delle edizioni precedenti, che ha visto i bambini entusiasti e curiosi di conoscere le ricchezze del paese in cui vivono, una Chianciano che lentamente sta rinascendo e che speriamo possa garantire loro un ridente futuro nella loro cittadina. Ringrazio vivamente il Dr. Della Lena, Direttore di Terme Chianciano che ci ha consentito di effettuare anche quest’anno la visita e auspico di poter ripetere l’iniziativa anche nei prossimi anni affinché tutti i bambini delle scuole elementari, ciclicamente, possano avere questa stessa importante opportunità» – conclude Laura Ballati.

 Le finalità di questo progetto sono duplici: far conoscere il territorio dove si vive e tutelare l’ambiente e le risorse

 Conoscere il territorio dove si vive, sapere quali sono le principali cose che lo caratterizzano, scoprirne gli aspetti culturali ed ambientali è fondamentale per ogni cittadino ma lo diventa ancora di più se il pubblico a cui ci si rivolge è quello dei più piccoli. In quest’ottica, l’Amministrazione comunale di Chianciano Terme, in collaborazione con le istituzioni scolastiche e con le Terme di Chianciano, hanno proposto una giornata dedicala alla visita alle terme ed ai beni culturali della stazione termale.  

 Sotto il profilo della tutela ambientale, nell’ottica della “green economy” e “smart city” l’Amministrazione comunale di Chianciano

Terme ha attivato numerosi progetti, compresa l’apertura nel 2016 di “casette dell’acqua” (in Via U. Landi, zona parcheggio Coop e in Viale della Libertà, zona Fiat, passeggiata Parco a Valle), nell’ottica di incentivare, indirettamente anche la raccolta differenziata mediante un cosiddetto “riciclo incentivante”, ovvero andando a premiare il comportamento virtuoso del cittadino.

«L’acqua è una risorsa non riproducibile e un bene pubblico - afferma l’assessore all’ambiente Damiano Rocchi – che va tutelata e quando, come nel caso di Chianciano Terme si è in presenza di acque termali, l’impegno di tutti è sicuramente tra i prioritari considerando che l’acqua termale, oltre che risorsa, rappresenta anche un fattore di sviluppo».

 

 

La Giornata Mondiale dell'Acqua (World Water Day) è una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, prevista all'interno delle direttive dell'agenda 21, risultato della conferenza di Rio. Il 22 marzo di ogni anno gli Stati che siedono all'interno dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite sono invitati alla promozione dell'acqua promuovendo attività concrete nei loro rispettivi Paesi. Oltre gli Stati membri del Palazzo di Vetro, dal 2005 anche una serie di Organizzazioni Non Governative hanno utilizzato tale giornata come momento per sensibilizzare l'attenzione del pubblico sulla critica questione dell'acqua nella nostra era, con occhio di riguardo all'accesso all'acqua dolce e alla sostenibilità degli habitat acquatici.

 

Chianciano Terme è un comune termale particolarmente sensibile a questo tema ed aderire alla Giornata Mondiale dell’Acqua, in quanto l’acqua ed in particolare le acque termali, nello specifico, sono una vitale ed inestimabile risorsa per il suo territorio da tutelare e valorizzare. Chianciano Terme è la città fondatrice dell’Associazione Nazionale Comuni Termali (A.N.CO.T.), associazione senza scopo di lucro per la promozione e la valorizzazione del termalismo in Italia costituitasi il 4 ottobre 1989 e recentemente ha aderito anche all’Associazione Europea delle Città Storiche Termali (EHTTA), fondata a Bruxelles il 10 dicembre 2009, una rete europea che riunisce città termali che possiedono un patrimonio architettonico significativo e le proprietà delle loro acque termali sono riconosciute a livello europeo e mondiale.

 


Files allegati:
ANCOT, FEDERTERME E FORST CON IL SOTTOSEGRETARIO FARAONE IN PARLAMENTO PER RILANCIARE IL TERMALISMO24/02/2017
ANCOT, FEDERTERME E FORST CON IL SOTTOSEGRETARIO FARAONE IN PARLAMENTO PER RILANCIARE IL TERMALISMO
FEDERTERME, ANCOT E FORST INSIEME CON IL SOTTOSEGRETARIO FARAONE IN PARLAMENTO PER IL RILANCIO DEL TERMALISMO


Il Presidente di Federterme/Confindustria, Costanzo Jannotti Pecci, il Presidente di ANCOT (Associazione Nazionale Comuni Termali) Franca Roso e Giuseppe Bellandi, Componente del Consiglio Direttivo, il Presidente di FORST (Fondazione per la Ricerca Scientifica Termale) Aldo Ferruzzi e il Direttore della Scuola di Specializzazione in Medicina Termale dell’Università “La Sapienza”, prof. Antonio Fraioli, hanno svolto ieri, 23 febbraio, una prima sessione di lavoro con il Sottosegretario al Ministero della Salute, Davide Faraone, presso la Sala Governo della Camera dei Deputati insieme agli On.li Fanucci e Camani, che coordinano l’Intergruppo Parlamentare “Amici del Termalismo” (oltre 100 tra Deputati e Senatori di tutti gli schieramenti).

L’incontro è stato finalizzato ad individuare un percorso per l’attuazione dei punti maggiormente qualificanti contenuti nel Protocollo sottoscritto tra Federterme e Ministero della Salute il 23 novembre 2016 e fornire, allo stesso tempo, un nuovo impulso alle iniziative parlamentari avviate dagli On.li Fanucci e Camani insieme a numerosi altri deputati e senatori appartenenti all’Intergruppo, in materia di revisione della legge quadro di settore (legge 323/2000).

In particolare, l’On. Fanucci ha rappresentato la necessità di velocizzare l’iter parlamentare del ddl di riforma 323/00, chiedendo in questo anche l’appoggio del Governo, mentre l’On. Camani ha sottolineato l’importanza di un approccio alle questioni del settore che tenga conto in pari misura dei profili sanitari del termalismo e delle esigenze di definire un quadro certo di politiche industriali  attivabili nel breve per il settore.

In tale direzione, come sottolineato dai due parlamentari, la questione delle aziende termali ancora in mano pubblica è tra quelle che devono trovare con urgenza una soluzione normativa che sia immediatamente applicabile, ed in linea con quanto contenuto nel ddl di riforma della legge 323/00, nell’ambito del primo provvedimento normativo utile, di cui sia certa l’approvazione da parte della Camera.

Anche le criticità che la Direttiva Bolkestein sta causando dovranno trovare una rapida risposta con un apposito atto di natura governativa e, se necessario, parlamentare.

Il Presidente di Federterme - Costanzo Jannotti Pecci - nel segnalare l’opportunità che il Parlamento possa addivenire all’approvazione del ddl di riforma almeno in uno dei due rami prima della scadenza della legislatura, ha evidenziato i temi maggiormente qualificanti sia del Protocollo, che della proposta di modifica legislativa, mentre la Presidente di ANCOT – Franca Roso - ha fatto presente il rinnovato impegno con il quale l’Associazione Nazionale dei Comuni Termali intende affrontare i temi di settore, con particolare attenzione alle ricadute sui territori.



La Presidente Roso ha evidenziato, altresì, come sia necessario procedere alla sottoscrizione di un accordo fra Stato e Regioni affinché sia posta attenzione alle terme, ai suoi territori ed al turismo termale.

Il Consigliere di ANCOT – Giuseppe Bellandi – ha confermato, inoltre, la necessità  di operare in stretto raccordo con Federterme e FORST, con una interlocuzione nei confronti di Governo e Parlamento in forma sempre più coordinata e condivisa.

Il Presidente di FORST, Aldo Ferruzzi, ha ricordato i risultati raggiunti in tema di ricerca scientifica in quasi quindici anni di attività, che hanno consentito al termalismo di mantenere a pieno titolo il diritto di cittadinanza all’interno del Sistema Sanitario Nazionale. Il grande sforzo che stanno facendo le aziende termali, con il Ministero della Salute e le Regioni nella governance del board di FORST, è ancora una volta premiato dal successo del VI bando appena concluso, che ha raggiunto la cifra record di 27 progetti presentati dai ricercatori degli atenei italiani e stranieri.

Da ultimo, il professor Antonio Fraioli ha rivendicato il ruolo formativo dell’Università per consentire la rinascita di una nuova consapevolezza nella classe medica rispetto alla validità e all’efficacia delle cure termali.

In conclusione dell’incontro il Sottosegretario Davide Faraone ha assicurato la sua più ampia disponibilità a sostenere le iniziative prospettate sia sul versante parlamentare, che su quello di più stretta competenza del Ministero della Salute e del Governo più in generale, nel rispetto delle competenze dei vai Dicasteri.



Roma, 24 febbraio 2017


segreteria@federterme.it
tel. 06.8419416

segreteria@comunitermali-ancot.it
tel. 0578.64233



Files allegati:
ELETTO IL NUOVO PRESIDENTE DI ANCOT FRANCA ROSO07/11/2016
ELETTO IL NUOVO PRESIDENTE DI ANCOT FRANCA ROSO

ELETTO IL NUOVO PRESIDENTE DI ANCOT FRANCA ROSO
NELL’ASSEMBLEA DELl’ 11.10.2016

I Comuni Termali, nel riaffermare l’importanza del termalismo italiano, lo scorso 11 ottobre hanno eletto Franca Roso nuovo Presidente ANCOT.

Roma (11 ottobre 2016) – Nella Sala Pio La Torre presso la sede di ANCI, si è svolta l’Assemblea Ordinaria dell’ANCOT – Associazione Nazionale Comuni Termali, alla presenza dei Sindaci delle stazioni termali più importanti a livello nazionale. All’Assemblea hanno, dunque, partecipato Bagno di Romagna (Vice Sindaco Alessia Rossi), Fiuggi (Sindaco Fabrizio Martini), Montecatini Terme (Sindaco Giuseppe Bellandi), Acqui Terme con il Vice Sindaco Franca Roso, Alì Terme (Presidente del Consiglio Comunale Lorenzo Grasso), Montevago (Sindaco Margherita La Rocca), Latronico (Sindaco Fausto De Maria), Montegrotto Terme (Sindaco Ricordo Mortandello), Presenti anche Termini Imerse e Salsomaggiore Terme.

Riconoscimento della valenza delle realtà termali in ambito sanitario, del turismo del benessere, dell’ambiente quali fondamenti dell’Associazione inseriti nelle linee programmatiche discusse e condivise di Soci nel corso dell’Assemblea e proposte dalla neo eletta Presidente Dr.ssa Franca Roso, già vice Presidente di ANCOT, vice Sindaco di Acqui Terme, e Segretario Statutario di Ehtta.

Nel corso dell’Assemblea è stata ribadita “l’importanza della creazione di sistema termale italiano rappresentativo di tutte le realtà, da cui la proposta di un ingresso di ANCOT nella Fondazione FROST per la ricerca scientifica termale, oltre alla prosecuzione del percorso intrapreso nei tavoli tecnici istituiti dal Ministero della Sanità”.

Sinergia, condivisione e valorizzazione delle competenze negli ambiti di riferimento di ogni Socio pieno coinvolgimento e rappresentatività dei territori gli altri cardini dell’Associazione ribaditi in Assemblea per conseguire concreti risultati di sviluppo.


Files allegati:
Assistenza sanitaria transfrontalieri. - Governo approva regolamento per i pagamenti20/07/2016
Assistenza sanitaria transfrontalieri. - Governo approva regolamento per i pagamenti
ASSISTENZA SANITARIA DEI TRANSFRONTALIERI

Attuazione della legge di Stabilità 2013 sulla assistenza sanitaria dei transfrontalieri (DPR)

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Matteo Renzi e del Ministro della salute Beatrice Lorenzin, ha approvato un regolamento, da adottarsi mediante decreto del Presidente della Repubblica, al fine di delineare le competenze tra Stato e Regioni, in particolare, per quanto riguarda la regolamentazione finanziaria dei flussi debitori e creditori  generati dalla mobilità sanitaria internazionale. L’intervento regolamentare si rende necessario tenuto conto che l’assistenza sanitaria da e per l’estero genera  partite debitorie e creditorie che vengono, da un lato, trattate e regolate tra gli Stati coinvolti in base alle disposizioni comunitarie ed internazionali, dall’altro, implica una necessaria collaborazione amministrativo-contabile tra il Ministero della salute, le Regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano. Tale collaborazione si concretizza in procedure amministrative, nell’ambito delle quali i predetti enti territoriali si occupano, per mezzo delle ASL, della materiale erogazione delle prestazioni assistenziali agli assistiti di altro Stato e della conseguente fatturazione che comunicano al Ministero della salute. Quest’ultimo provvede ad esigere il pagamento dei crediti dovuti ed, inoltre, provvede al rimborso dei debiti maturati nei confronti degli Stati esteri, mediante risorse stanziate su uno specifico capitolo di spesa del proprio bilancio.


Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 123

14 Luglio 2016

SETTIMANA DELLE TERME DI SICILIA - 21-28 NOVEMBRE 2015 CON IL SOSTEGNO DI ANCOT20/11/2015
SETTIMANA DELLE TERME DI SICILIA - 21-28 NOVEMBRE 2015 CON IL SOSTEGNO DI ANCOT
Le città termali della Sicilia, quali Acireale, Alì Terme, Calatafimi Segesta, Castellammare del Golfo, Geraci Siculo, Lipari, Montevago, Sclafani Bagni, Sciacca, Terme Vigliatore e Termini Imerese, hanno sottoscritto a giugno scorso un protocollo d’intesa per la costituzione di una “Rete delle Città Termali in Sicilia”. Le città termali della Sicilia, quali Acireale, Alì Terme, Calatafimi Segesta, Castellammare del Golfo, Geraci Siculo, Lipari, Montevago, Sclafani Bagni, Sciacca, Terme Vigliatore e Termini Imerese, hanno sottoscritto a giugno scorso un protocollo d’intesa per la costituzione di una “Rete delle Città Termali in Sicilia”. La Settimana delle Terme di Sicilia dal 21 al 28 novembre 2015 è un progetto di promozione del sistema termale siciliano, svolto in collaborazione con la regione Sicilia, le Terme, i comuni, il Mibact, l’ANCOT e Federterme. Tra le attività previste dal progetto, animazione territoriale nei Comuni Termali ed un Convegno sul Turismo Termale e Termalismo. La “Settimana delle Terme di Sicilia” - spiega Calogero Impastato, Sindaco del Comune di Montevago, nonché Coordinatore regionale del Comitato dei Sindaci della “Rete delle Città Termali in Sicilia” - è molto di più: è l’avvio ufficiale di una comunicazione - promozione integrata tra gli attori di riferimento per superare ogni competizione per il bene comune dello sviluppo del settore termale. Come “Rete delle Città Termali” siamo impegnati sul rilancio delle terme e della loro immagine proponendo un’offerta integrata dei centri termali. Sempre più si rende necessario fare conoscere le opportunità offerte dalle acque termali al grande pubblico: dagli utenti curisti, ai turisti, ai medici e ad altri soggetti che compongono il sistema sanitario italiano”. In allegato il programma Files allegati:
ANCOT AGLI STATI GENERALI DEL TURISMO SOSTENIBILE - Napoli 1-3 ottobre 201529/09/2015
ANCOT AGLI STATI GENERALI DEL TURISMO SOSTENIBILE - Napoli 1-3 ottobre 2015
ANCOT AGLI STATI GENERALI DEL TURISMO SOSTENIBILE
ORGANIZZATI DAL MINISTERO DEI BENI CULTURALI E AMBIENTALI E DEL TURISMO

Napoli 1-3 ottobre 2015
Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa



Si terranno a Napoli al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa gli STATI GENERALI DEL TURISMO SOSTENIBILE dall’1 al 3 ottobre prossimi. Un Meeting Nazionale che vedrà la partecipazione di 200 persone, tutte professioniste e scelte dal Ministero dei Beni Culturali e Turismo del settore turistico, selezionate in base ai ruoli ricoperti a livello nazionale. Saranno costituiti tavoli di lavoro sui maggiori temi inerenti il Turismo sostenibile in Italia e le possibilità di formulare proposte innovative per il rilancio del settore.
Gli Stati Generali si apriranno e chiuderanno alla presenza del Ministro dei Beni, Attività Culturali e Turismo Dario Franceschini.

All’evento è stato invitato il Presidente ANCOT Luca Claudio anche come sindaco della Città di Abano Terme. Quindi sia ANCOT che il Comune di Abano Terme saranno presenti, per la prima volta, agli Stati Generali del Turismo.

“Ho sempre sostenuto, fin dalla mia elezione a Presidente dell’Associazione Nazionale dei Comuni Termali, ha detto il Presidente Luca CLAUDIO, la necessità che ANCOT sia presente ai Tavoli Ministeriali perché il Termalismo è parte importantissima del Turismo Nazionale e Risorsa “sostenibile” di eccellenza proprio per la sua derivazione naturale e per i benefici immediati, rinnovabili e riproducibili che produce. Finalmente anche il TURISMO TERMALE potrà essere portato, per la prima volta, all’attenzione dei vertici istituzionali nazionali e finalmente A.N.CO.T. siederà a un Tavolo di importanza strategica. ANCOT è la voce dei sindaci dei Comuni Termali d’Italia e se pur con limitate risorse (le quote dei Comuni iscritti) è l’unico Ente Nazionale che rappresenta I Comuni Termali d’Italia, diffusi su tutto il territorio nazionale perché l’acqua termale e minerale è un patrimonio naturale che abbiamo la fortuna di avere da nord a sud”.

Si allega programma dell’Evento.



Chianciano Terme, 29 settembre 2015

Files allegati:
ANCOT DA IL BENVENUTO AI COMUNI DI LATRONICO E CERCHIARA DI CALABRIA30/07/2015
ANCOT DA IL BENVENUTO AI COMUNI DI LATRONICO E CERCHIARA DI CALABRIA

BENVENUTI IN ANCOT !

Il Comune di Latronico (PZ) ed il Comune di Cerchiara di Calabria (CS) sono tra i nuovi Soci di ANCOT. Salgono così a 49 i Comuni Termali aderenti all’Associazione, che in questi ultimi anni si sono raddoppiati.
Segno questo che ANCOT è l’unica Associazione che può rappresentare i Comuni Termali in ambito Istituzionale, che può interpretare e rappresentare nelle sedi competenti le istanze delle amministrazioni comunali delle città Termali.
Il Comune di Latronico (PZ) è situato a 888 m s.l.m all'entrata della Valle del Sinni, nella parte sud-occidentale della provincia di Potenza, e sorge ai piedi del monte Alpi. In contrada Calda, immerse nel verde, vi sono le Terme Lucane dove da maggio a ottobre si possono effettuare molti tipi di cure idropiniche e soggiornare nelle attrezzate strutture ricettive. Il complesso basa le sue cure sul valore terapeutico delle acque bicarbonato solfato calcica e bicarbonato calcica solfurea.
http://www.latronico.eu/
Il Comune di Cerchiara di Calabria è collocato, invece, nel Parco nazionale del Pollino verso la piana di Sibari. Dai suoi 650m s.l.m. si scopre il panoramo sul mar Jonio. Poco fuori paese si trova la Grotta delle Ninfe. Nella suggestiva grotta, le cui pareti di roccia calcarea si aprono, in alcuni punti, verso il cielo, si è creata una piscina di acqua sulfurea calda (30 °C), già nota agli antichi Sibariti. Qui si formano fanghi dalle proprietà terapeutiche. Secondo l’antica leggenda, la Grotta delle Ninfe Lusiadi era l’antro nascosto che custodiva il talamo della mitica Calipso.
http://www.comune.cerchiara.cs.it/

COLLABORAZIONE TRA ANCOT ED IL MINESTERO DEI BENI CULTURALI ED AMBIANTALI E DEL TURISMO14/07/2015
COLLABORAZIONE TRA ANCOT ED IL MINESTERO DEI BENI CULTURALI ED AMBIANTALI E DEL TURISMO

GIORNATA NAZIONALE DELLE TERME D’ITALIA
SI APRE LA COLLABORAZIONE TRA ANCOT ED IL MINESTERO DEI BENI CULTURALI ED AMBIANTALI E DEL TURISMO
Positiva riunione su iniziativa del Presidente di ANCOT Luca CLAUDIO con i rappresentanti istituzionali e dirigenziali del MIBACT .

Roma 7 luglio 2015 - Si è tenuta martedì scorso una riunione presso il MIBACT - Settore Turismo tra il Presidente di ANCOT Luca Claudio ed Ottavia Ricci Consigliere per il Turismo Sostenibile nonchè Francesco Tapinassi Dirigente sulle Politiche del Turismo.

Oggetto dell’incontro la proposta di creazione e di organizzazione della Giornata nazionale delle TERME D’ITALIA, nonché della sua istituzionalizzazione sotto l’egida dello stesso Ministero.
Evento potrà essere diffuso e promosso all’appuntamento mondiale di EXPO 2015 a Milano (l’acqua uno dei gradi temi dell’esposizione), coinvolgendo il termalismo nazionale da Nord a Sud con temi legati all’ambiente, alla culturale al patrimonio al turismo sostenibile e agli stili di vita.

E’ stata anche l’occasione per ribadire che ANCOT è l’unica Associazione che può rappresentare i Comuni Termali in ambito Istituzionale, che può interpretare e rappresentare nelle sedi competenti le istanze delle amministrazioni comunali delle città Termali e che intende chiedere sinergia e collaborazione da parte del Ministero e del Governo sui temi del turismo e della crisi che lo stesso sta attraversando.
Non serve dimostrare nulla oltre a ciò che già è un dato certo, e cioè l'efficacia scientifica delle cure termali è già ampiamente assodata e dimostrata dalle attestazioni esistenti che ne certificano le peculiarità delle acque e del fango - ha sottolineato il Presidente di ANCOT. Quello che necessita è per far capire che la promozione di questo “settore” del Turismo può essere una delle misure per far fronte alla crisi economica attuale. Che è necessaria la creazione di un Ministero del Turismo e che allo stato attuale non vi è nemmeno una sezione dedicata alle Terme.
Un tema che ha trovato concordi tutti: il TURISMO è, purtroppo, una risorsa enorme che possediamo e che non sappiamo sfruttare al meglio, non solo in ordine alla ricettività turistica ma anche in ordine alla conoscenza, comunicazione internazionale ed esportazione  del nostro “prodotto”.
Un incontro che ha avuto certamente esiti positivi a partire dall’impegno di sottoporre allo stesso Ministro Franceschini le istanze e le iniziative di ANCOT.
Del Consigliere Ottavia Ricci la proposta di rendere partecipe ANCOT nel mese di ottobre al convegno organizzato dallo stesso Ministero sul “Turismo sostenibile” durante il quale saranno affrontate sei grandi tematiche e saranno convocati gli Stati Generali del Turismo.

Inoltre, affrontare all’interno della Commissione Turismo del MIBACT la Giornata nazionale delle TERME D’ITALIA per legarla da parte del Ministero stesso ad un evento calendarizzato (es. come prima domenica del mese per i musei) attraverso la valorizzazione del patrimonio storico e archeologico e mussale dei Comuni termali. E a questo proposito creazione di uno specifico evento sotto il Ministero dei Beni Culturali e Ambientali e del Turismo all’interno di EXPO per la Giornata nazionale delle TERME D’ITALIA, di cui ANCOT, ricordiamo ha ottenuto il Patrocinio.

Files allegati:
Convegno "Le Terme tra crisi e opportunità di sviluppo" Comano Terme 17-18 ottobre 201424/09/2014
Convegno "Le Terme tra crisi e opportunità di sviluppo" Comano Terme 17-18 ottobre 2014

Convegno "Le Terme tra crisi e opportunità di sviluppo"

Patrocinio e contributo di A.N.CO.T.

Terme di Comano, 17-18 ottobre 2014


Il termalismo italiano è un settore complesso e articolato che, seppur rappresentando un comparto rilevante del sistema economico, produttivo ed occupazionale dell'Italia, sta vivendo oggi una fase di grande cambiamento.

Per fare il punto sul complesso momento che sta vivendo il sistema termale italiano, le Terme di Comano, in Trentino, hanno organizzato un convegno dal titolo “Le terme tra crisi e opportunità di sviluppo” che si terrà il 18 ottobre p.v. come da programma allegato.

Il convegno si pone in particolare come momento di dibattito e confronto per tutte le terme italiane interessate a comprendere gli sviluppi e scenari futuri di un comparto stretto tra le incertezze riguardanti la spesa sanitaria e le possibili evoluzioni future.

In allegato il programma


Files allegati:
DIRETTIVO DI ANCOT ALLA UNIVERSITA' LA SAPIENZA DI ROMA18/09/2014
DIRETTIVO DI ANCOT ALLA UNIVERSITA' LA SAPIENZA DI ROMA

UN ALTRO IMPORTANTE TRAGUARDO PER ANCOT. IL DIRETTIVO SI E’ TENUTO IERI presso l’Università LA SAPIENZA di Roma.

Si è tenuto ieri 17 settembre a Roma presso l’Aula delle Lauree della Facoltà di ECONOMIA della SAPIENZA il Direttivo di ANCOT grazie al cortese invito del prof. Attilio Celant, ex Preside della Facoltà di Economia, che ha rivolto l’invito al Presidente di ANCOT Luca CLAUDIO nella precedente sessione svoltasi presso la sede nazionale di Anci alla quale il Prof. Celant aveva portato il suo contributo.
Il saluto dell’attuale Preside di Facoltà prof. Giuseppe CICCARONE DEAN ha aperto la riunione portando il saluto ai presenti. Al tavolo dei relatori anche il Consigliere di Stato e VicePresidente di Italiadecide prof. Alessandro Palanza intervenuto anche a nome del Presidente di Italiadecide, ex Presidente della Camera Luciano VIOLANTE.
Presenti Sindaci e Assessori dei Comuni Italiani facenti parte del Direttivo ANCOT e precisamente dei Comuni di MONTEVAGO, ABANO TERME, MONTEGROTTO TERME, ALI’ TERME, BAGNO DI ROMAGNA, CHIANCIANO TERME, FIUGGI, MONTECATINI TERME. Assenti giustificati i Comuni di ACQUI TERME, SALSOMAGGIORE E STENICO.
La prima parte della riunione è stata un confronto sulla necessità di creare una sinergia tra rappresentanze specifiche e qualificate del territorio nazionale, Istituzioni, Associazioni e Imprese,   per portare ai tavoli di Governo e Parlamento proposte concrete e progetti a firma unitaria per rilanciare il Turismo Nazionale e salvare tutto l’indotto che intorno al turismo gravita e che è senza dubbio una delle maggiori, se non la maggiore, risorsa nazionale per lo sviluppo economico del Paese. La volontà emersa è quella di coinvolgere in questo nuovo percorso voluto dal Presidente Luca CLAUDIO le maggiori rappresentanze sociali ed economiche della Nazione con la supervisione, la collaborazione e il coordinamento dell’Associazione Italiadecide. Pertanto i Comuni Italiani, ANCI, ANCOT, FEDERTERME, FEDERALBERGHI si troveranno insieme a creare e siglare un MANIFESTO DEL TURISMO dal quale ripartire, un MANIFESTO di indicazioni e punti precisi da seguire e possibili da realizzare. La detassazione delle Imprese e delle strutture alberghiere si può ottenere attuando come azioni concomitanti investimenti e progetti che possono produrre la ricchezza e le entrate che, purtroppo, lo Stato recupera esclusivamente con una forte imposizione fiscale e stabilendo tagli alla spesa pubblica con il risultato di far morire il tessuto sociale economico nazionale ad ogni livello.
Questo sarà il lavoro dei prossimi mesi che ANCOT coordinerà a livello nazionale. Continuare a sentire ed incontrare i Presidenti delle Categorie Economiche Nazionali ma anche i Ministri e i loro Consiglieri Economici per creare un vero e proprio gruppo di lavoro, giungere alla stesura di proposte FATTIVE fortemente condivise dai massimi esponenti delle realtà nazionali nella convinzione che modi alternativi per aiutare il turismo senza uccidere le Imprese e i Comuni con una tassazione selvaggia e mastodontica ci SONO!

Condivisione di tutti sulla necessità di modificare l’articolo V° della Costituzione chiedendo che possa essere nuovamente costituito il MINISTERO AL TURISMO affinchè possano essere attuate tutte le misure possibili per ricordare a tutti che l’Italia è uno dei Paesi più belli al mondo e che in Italia c’è il 70% delle opere d’arte presenti nel mondo e che in Italia esiste il Turismo Termale che non è de localizzabile, è qui, è nostro e può dare molto di più a questa Nazione se salvato dalle ceneri sotto alle quali è stato per molti anni dimenticato.
“Ho chiesto ai Comuni del Direttivo di lavorare sulle criticità dei propri territori SENZA piangersi addosso, ha detto il Presidente di ANCOT Luca Claudio, di preparare e formulare ogni possibile ipotesi di strategia di sviluppo turistico, dal marketing territoriale a progetti per poter chiedere una minore imposizione fiscale, di costruire proposte. Ho presentato al Direttivo una nuova importante opportunità per la promozione del Turismo nazionale, QUELLA DI APRIRE LE PORTE ALLA Cina e di conquistare il mercato cinese valorizzando la grande risorsa termale italiana, 154 Comuni Termali sparsi in ogni Regione, da nord a sud. La clientela cinese ama il benessere, la cura del proprio stato fisico e mentale e le Terme traducono perfettamente ciò che la clientela cinese sta dimostrando di cercare e di volere. La Cina non conosce la piccola specificità turistica come può essere Roma, Venezia o Milano. La Cina conosce l’ITALIA, il suo sistema termale, la sua fama nel mondo per l’accoglienza e l’ospitalità. E’ un mercato che può dare ossigeno al turismo e all’economia italiana da subito. Ma dobbiamo aprire i confini mentali del nostro modo di amministrare e anche di fare impresa e iniziare nuove sfide con coraggio, entusiasmo, positività.
Infine un ringraziamento davvero sentito al nuovo Preside della Facoltà di Economia Prof. Ciccarone e all’ex Preside  Prof. Attilio CELANT che personalmente ha aperto le porte dell’Università della capitale ad ANCOT ogni qualvolta vi sia la necessità di tenere non solo i Direttivi, ma anche Conferenze, Convegni, meeting.

Files allegati:
ANCOT ed ANCI chiedono al Governo l'istituzione del MINISTERO AL TURISMO E TERMALISMO21/03/2014
ANCOT ed ANCI chiedono al Governo l'istituzione del MINISTERO AL TURISMO E TERMALISMO
Si è tenuto il 19 marzo scorso ad ASSISI, prezzo il Palazzo Comunale, l’incontro tra Luca CLAUDIO, nella sua doppia veste di Presidente ANCOT e sindaco della città di Abano Terme e il sindaco di Assisi Claudio Ricci nella sua doppia veste di Sindaco e Delegato Nazionale di ANCI per il Turismo.

Tema dell’incontro il TURISMO.

Due ore durante le quali sono state poste basi importanti per un percorso finalmente insieme tra ANCOT ed ANCI per chiedere e ottenere dal Governo Centrale l’istituzione di un MINISTERO AL TURISMO E TERMALISMO.

Claudio Ricci ha dato immediatamente la disponibilità di ANCI alla sottoscrizione di un protocollo di intesa ANCI-ANCOT che delinei la programmazione degli obiettivi da raggiungere unitariamente il più urgente dei quali l’Istituzione del Ministero come sopra enunciato e MAI finora istituito.

“Come sindaco sto chiedendo al Governo Centrale fin DAL 2001 l’istituzione di un MINISTERO AL TURISMO E TERMALISMO vero e proprio, ha detto il presidente di ANCOT Luca Claudio, l’ho chiesto ad ogni Governo via via succedutosi senza ottenere un riscontro o anche solo un interessamento alla mia richiesta. L’ho chiesto ancora una volta appena sono stato eletto Presidente di ANCOT e attendo risposta…

Finalmente ieri ho trovato nella persona di Claudio RICCI un riferimento importante e per me, di prestigio, su questo tema, un riferimento prezioso per portare questa richiesta nelle sedi competenti e una speranza concreta di poter finalmente avere una Sede Istituzionale Centrale dove tutti gli Operatori Turistici Nazionali, dalle Istituzioni all’Imprenditoria fino ad ogni Categoria Culturale, Economica e di Sviluppo, possano trovare un tavolo ministeriale intorno al quale parlare del TURISMO.

Il TURISMO questo “sconosciuto”, purtroppo, una risorsa enorme che possediamo e che non sappiamo sfruttare al meglio, non solo in ordine alla ricettività turistica ma anche in ordine alla conoscenza, comunicazione internazionale ed esportazione del nostro “prodotto”. Ho trovato nel Sindaco di Assisi un interlocutore di prim’ordine con una personalità che mi ha colpito profondamente, una persona di rara umiltà ed elevatissima cultura, esperienza e conoscenza in materia.

Sono onorato che il prof. Ricci, nella sua veste di delegato nazionale ANCI per il Turismo abbia accolto con entusiasmo la mia richiesta e di essersi proposto primo attore di un progetto ambizioso che verrà presentato il prossimo 31 marzo a Roma, presso la Camera dei Deputati, nell’ambito della presentazione del rapporto annuale sul Turismo da parte dell’Associazione “Italiadecide”, associazione presieduta dall’Onorevole Luciano Violante. Alla conferenza di presentazione del Rapporto Annuale su Turismo sarà presente il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Il nostro progetto parte con la presentazione di un “MANIFESTO DEL TURISMO”che verrà illustrato da Claudio Ricci alla platea che ospiterà i maggiori rappresentanti del mondo imprenditoriale ed economico nazionale oltre che numerosi parlamentari.

Il MANIFESTO sarà un documento breve ma di rilevante impatto grafico e descrittivo, creato con la condivisione di ANCOT, presentato da ANCI e illustrato da Claudio Ricci nel corso del suddetto evento, che dovrà riassumere in pochi punti PERCHE’ dobbiamo avere un Ministero al Turismo e Termalismo. Primo firmatario Claudio Ricci, secondo firmatario Luca Claudio e a seguire tutti gli Enti e le maggiori Categorie di sviluppo economico e produttivo presenti nel territorio nazionale.

Proposte concrete, condivisione e sintonia tra noi due nelle rispettive doppie vesti istituzionali con la convinzione fortissima che è oramai improcrastinabile ottenere un “indirizzo”, una Sede Nazionale, un MINISTERO di riferimento che sarà spinta propulsiva per rilanciare l’economia e lo sviluppo. Abbiamo progetti in comune di straordinario impatto emozionale per “vendere” il nostro TURISMO, fondamentale è farlo conoscere usando ogni possibile tecnologia, far conoscere il TESORO, la Miniera d’Oro di Cultura, Arte, Paesaggio e Clima che tutto il Mondo ci invidia e alla quale tanta parte di Mondo potrebbe e potrà ancora ambire.

Luca Claudio
Presidente ANCOT

Files allegati:
ANCHE ANCOT contraria alla norma che FARMINDUSTRIA ha inserito nel proprio Codice Deontologico07/03/2014
ANCHE ANCOT contraria alla norma che FARMINDUSTRIA ha inserito nel proprio Codice Deontologico

COMUNICATO STAMPA

IL PRESIDENTE DI ANCOT: LA NORMA DENTOLOGICA DI FARMINDUSTRIA INOPPORTUNA E SBAGLIATA.


ANCHE ANCOT contraria alla norma che FARMINDUSTRIA ha inserito nel proprio Codice Deontologico.

Per due motivi, ha detto il Presidente ANCOT Luca CLAUDIO:

 

A)    si offendono professionisti, medici e ricercatori insinuando nel loro comportamento la volontà di “approfittare” di un evento importante e formativo a fini personali e turistici. Francamente se appartenessi all’ordine dei medici o dei farmacisti prenderei posizione su tale disposto per salvaguardare non solo l’onore e la dignità personale e della categoria, ma anche la credibilità professionale e l’onestà di ognuno;

       B) La disposizione frena, di fatto, l’economia del Paese e l’occupazione, che si reggono anche sulle grandi risorse del turismo e del termalismo. Non ci vedo nulla di male, anzi, se alla fine delle sessioni di lavoro i professionisti che partecipano ai Congressi visitano le città, acquistano beni o vanno a cenare   nei ristoranti della zona. Lo farebbero anche in altre città non turistiche, o digiunerebbero?


ANCHE ANCOT contraria alla norma che FARMINDUSTRIA ha inserito nel proprio Codice Deontologico.

Per due motivi, ha detto il Presidente ANCOT Luca CLAUDIO:

 

A)    si offendono professionisti, medici e ricercatori insinuando nel loro comportamento la volontà di “approfittare” di un evento importante e formativo a fini personali e turistici. Francamente se appartenessi all’ordine dei medici o dei farmacisti prenderei posizione su tale disposto per salvaguardare non solo l’onore e la dignità personale e della categoria, ma anche la credibilità professionale e l’onestà di ognuno;

       B) La disposizione frena, di fatto, l’economia del Paese e l’occupazione, che si reggono anche sulle grandi risorse del turismo e del termalismo. Non ci vedo nulla di male, anzi, se alla fine delle sessioni di lavoro i professionisti che partecipano ai Congressi visitano le città, acquistano beni o vanno a cenare   nei ristoranti della zona. Lo farebbero anche in altre città non turistiche, o digiunerebbero?


Spiace anche constatare quanto già rilevato fin dal mio insediamento quale Presidente di ANCOT e cioè che ANCOT non viene mai coinvolta nelle azioni che FEDERTERME e FEDERALBERGHI avviano a tutela delle Aziende e della risorsa termale. Credo non abbiano ancora compreso quanto importante sia la parte pubblica e istituzionale nei tavoli delle trattative in materia, per salvaguardare turismo e termalismo. Con Federterme si è già comunque iniziato un percorso di condivisione che con il Presidente Jannotti Pecci abbiamo concordato, dove FEDERTERME ed ANCOT da ora in poi opereranno insieme sulle tematiche di Turismo e Termalismo.

 

Più volte ho affermato che dobbiamo “camminare” insieme proprio perché unire le forze e gli obbiettivi è la sola strategia che può dare un peso alle nostre richieste.

 

Chiederò un appuntamento al presidente di FARMINDUSTRIA per un confronto finalizzato allo stralcio di un disposto che penalizza tutti, FARMINDUSTRIA compresa. Credo infatti che organizzare congressi medici e scientifici nelle località attualmente “vietate” dal Codice Deontologico di Farmindustria possa richiamare un maggior numero di Enti, Associazioni, Aziende e Professionisti interessati alla materia congressuale proprio per la visibilità del luogo del Congresso che non andrebbe certamente a rendere “disonesti” e “approfittatori” i partecipanti; senza contare inoltre che la disposizione crea un freno economico alle località turistiche incrementando una crisi di settore che già pesa in modo molto negativo anche sull’occupazione, e quindi sulle famiglie.

 

Mi chiedo come si possa non considerare o dimenticare il significato profondo delle TERME anche da punto di vista culturale, di studio, ricerca e storico, quando gli antichi Romani si ritrovavano alle TERME,  luogo di “eccellenza” proprio per trattare le tematiche della salute e del benessere, la cura del corpo e dello spirito.

 

Luca CLAUDIO Presidente A.N.CO.T.


Rif.  l’articolo 3.5 del nuovo Codice Deontologico Farmindustria   recita così:
"È vietata l’organizzazione o la sponsorizzazione di eventi congressuali che si tengano o che prevedano l’ospitalità dei partecipanti in strutture quali: resort, navi, castelli che si trovino al di fuori del contesto cittadino, masserie, agriturismo, golf club, strutture termali o che abbiano come attività prevalente servizi dedicati al benessere o spa".

Files allegati:
Il Presidente Claudio: ANCOT collaborerà con ANCI06/03/2014
Il Presidente Claudio: ANCOT collaborerà con ANCI

ANCOT collaborerà con l'ANCI

"Cercheremo di operare anche insieme a Federalberghi e ad ANCI perchè oramai divisi non si va da nessuna parte", lo scrive, e può anche sorprendere, il sindaco Luca Claudio nelle vesti di presidente Ancot. L'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani è stata infatti dipinta dal primo cittadino aponense come un carrozzone costoso e inutile quando decise che il municipio di Abano non ne facesse più parte. Cambio di idee? "Continuo a pensare che sia un contenitore che non può dare benefici se non si mette davvero a rappresentare i Comuni - replica senza scomporsi Claudio - prova ne sia la parte avuta dal suo ex presidente. Graziano Delrio nei governi Letta e Renzi che hanno aumentato la pressione fiscale che i Comuni devono esercitare sui cittadini e diminuito i trasferimenti. Però spero che i 150 Comuni termali italiani possano avere ascolto e ottenere qualcosa anche dall'ANCI, perchè oggi stanno soffrendo. Attegiamento diverso perchè divrese sono le responsabilità delle due cariche di Claudio, che intende rilanciare anche l'ANCOT. Varate infatti nel primo Direttivo dell'Associazione dei Comuni Termali che ha presieduto una serie di iniziative. Ad esempio per "pesare" di più:"E' partita una campagna informativa sull'attività di ANCOT. E' importante rafforzare il ruolo dell'associazione rendendola concreta e operativa".

Da Il Gazzettino di Padova 6 marzo 2014 Files allegati:
INAUGURAZIONE PER LE NUOVE PISCINE TERMALI CHIANCIANO TERME02/12/2013
INAUGURAZIONE PER LE NUOVE PISCINE TERMALI CHIANCIANO TERME

TAGLIO DEL NASTRO PER LE NUOVE PISCINE TERMALI, THEIA.  

L'inaugurazione è in programma  il 6 dicembre  2013 alle Terme di Chianciano

 Taglio del nastro il prossimo 6 dicembre alle ore 12 presso il nuovo complesso di piscine termali THEIA, Il bagno degli Etruschi di Terme di Chianciano, già aperte al pubblico dal 10 agosto scorso. Manca solo l’ufficialità del battesimo dell’impianto che avverrà alla presenza del Presidente della Giunta Regionale Toscana Enrico Rossi, del Presidente della provincia di Siena Simone Bezzini e del Sindaco di Chianciano Gabriella Ferranti, con il Presidente delle Terme Fabio Cassi e quello dell’Immobiliare Terme Massimiliano Galli. Le piscine termali Theia (dalla mitologia estrusca” titanessa della luce” e madre di Selene), sono alimentate dall'acqua della sorgente Sillene a temperatura variabile tra i 33 e i 36 gradi C. e si estendono  su una superficie di 536,57 metri quadrati. Quattro sono  coperte e tre esterne, ma tutte collegate fra loro e profonde intorno al  metro e trenta nonchè dotate di giochi d’acqua, idromassaggi con lettini e 3 “colli di cigno” per i getti di acqua cervicali, sedute, botti e un “pozzo”, suggestivo gioco d’acqua termale. Il piano vasche e le verdi zone esterne sono arredate con sdraio, lettini, ombrelloni, tavoli e sedie e corredate da un servizio bar con piccola ristorazione.  Le nuove piscine, fruibili anche in inverno,  sono uno spazio ideale per giovani e famiglie, per chiunque voglia coniugare le cure con il benessere dell'acqua termale, il tutto in un contesto naturalistico di grande bellezza.  L'apertura è con orario continuato dalle ore 10 alle 20 e il sabato  anche in notturna fino alle 24 ( fino al 28 febbraio chiuso il martedì e il mercoledì). Le formule di ingresso sono diversificate con agevolazioni particolari per le famiglie e per i giorni  infrasettimanali.

Files allegati:
News Letter n. 7 novembre 201330/11/2013
News Letter n. 7 novembre 2013

TERME E TERMALISMO

Confindustria e Federterme  ne parlano a Pistoia  il 2 dicembre prossimo.

"Terme e termalismo: Norme regionali e norme nazionali per una disciplina coerente al sistema turistico complessivo" è il tema del convegno promosso da Confindustria Pistoia Turismo e da Federterme che si terrà, lunedì 2 dicembre 2013, dalle 14.30 alle 17.30, presso Confindustria Pistoia in piazza Garibaldi 15.  Il Convegno sarà la sede naturale per porre all'attenzione della politica e degli attori del comparto le nuove normative del sistema termale e della gestione degli stabilimenti sul territorio. Si parlerà di turismo termale e delle opportunità da cogliere col Progetto “Province del Benessere”, iniziativa approvata dal consiglio dei Ministri che coinvolge molte province italiane ( Terni, Padova, Siena, Pisa, Pistoia, Frosinone, Roma, Pavia, Sondrio, Parma, Bologna e Forli'-Cesena) e che è soggetta a finanziamento. Coordinata da Upi nazionale e Federterme, si pone l'obiettivo di  mettere in rete le Province italiane in un Club di Prodotto, per  promuovere  un termalismo integrato alle attrattive del  territorio. Non mancheranno quindi  interventi sulla necessità di modifica della legge 323/2000, richiesta da alcuni anni dai parlamentari “Amici del termalismo” e sulla direttiva europea 24/2011 che prevede, con la libera circolazione transfrontaliera dei cittadini europei negli stati membri, la libertà di scelta dei luoghi di cura sanitaria e termale. Info. tel. 0573.991732, e mail e.giacomelli@pistoiaindustria.it

www.federterme.it

Rinviato a data da destinarsi il convegno sulle Terme e il Termalismo

Per sopraggiunti impegni in aula degli Onorevoli Bini e Fanucci, che non consentirebbero di avere la completa composizione alla Tavola Rotonda nell’ambito del Convegno previsto per il giorno lunedi 2 dicembre prossimo presso Confindustria Pistoia, e sentiti in merito gli altri Relatori, che condividono questa linea e le sue ragioni, informiamo che la manifestazione è rinviata a data da destinarsi.

Rimane ovviamente il nostro interesse a calendarizzare nuovamente l’iniziativa, in giorno di cui sarete informati con congruo anticipo.

Ci scusiamo per l’imprevisto, e porgiamo i migliori saluti.

La Segreteria del Convegno


Files allegati:
News Letter n. 6 novembre 201322/11/2013
News Letter n. 6 novembre 2013
In questa News Letter n. 6 novembre 2013:

1. INSIEME NELLA FEDERAZIONE TERMALE ITALIANA
ANCOT invita FEDERTERME a farsi promotrici della Federazione Termale Italiana

2. BENVENUTO IN ANCOT, COMUNE DI PREDOI!

3. EUROPA DELLE TERME  AD ENGHIEN-LES-BAINS (PARIGI)

4. BUONE NOTIZIE: GIUSEPPE BELLANDI NUOVO PRESIDENTE EHTTA

5. A SALSOMAGGIORE TERME “ NUOVI ORIZZONTI PER IL TURISMO LOCALE”

Files allegati:
News Letter n. 5 novembre 201311/11/2013
News Letter n. 5 novembre 2013
In questa News Letter n. 5 novembre 2013:

1. UN SISTEMA SANITARIO E TERMALE EUROPEO 
Il prossimo 5 dicembre sarà recepita la Direttiva Europea 2011/24 sulla libera circolazione e l'assistenza sanitaria transfrontaliera dei cittadini dell’Unione Europea;

2. FEDERTERME: PRESTAZIONI TERMALI VERSO L'ACCORDO 2013-2015;

3. TURISMO TERMALE: TIMIDE SPERANZE DI RIPRESA;

4. FORST DI FEDERTERME COMPIE 10 ANNI;

5. TERME EN PLEIN AIR 2013”.
Files allegati:
"La sanità senza frontiere" LA DIRETTIVA UE SULL'ASSISTENZA TRANSFRONTALIERA23/10/2013
"La sanità senza frontiere" LA DIRETTIVA UE SULL'ASSISTENZA TRANSFRONTALIERA

Speciale. "La sanità senza frontiere". Scadenza slitta al 4 dicembre. Ma direttiva UE è in marcia. Ecco cosa cambierà

Per l’entrata a regime della ‘Schengen dell’assistenza’ il termine previsto è formalmente il 25 ottobre, ma il 4 settembre è entrata in vigore la legge delega per il recepimento della direttiva che fissa in 3 mesi il timing per emanare i decreti legislativi. Per cui ci sarà tempo fino al 4 dicembre per adeguarsi. Ecco cosa dovrebbe succedere dopo.

LA DIRETTIVA UE SULL'ASSISTENZA TRANSFRONTALIERA

In allegato lo speciale

Files allegati:
News Letter n. 4 settembre 201316/09/2013
News Letter n. 4 settembre 2013

In questa News Letter segnaliamo:

1. A.N.CO.T SOSTIENE LE PROPOSTE DI SUSANNA CENNI SULLE TERME;

2. LA CITTA’ DI FIUGGI LANCIA IL CONCORSO EUROPEO “CAFFE’ D’EUROPA“: “Le terme: dove la salute si imbeve di storia e cultura”;
3. ANCHE A.N.CO.T ALLE GIORNATE DEL “ CAFÉ OF EUROPE” DI OURENSE (SPAGNA) IL 19 E 20 SETTEMBRE;

4. SALONE DEL CAMPER A PARMA (14-22 SETTEMBRE 2013);

5. 5 OTTOBRE 2013 DIRETTIVO ANCOT A CHIANCIANO TERME AL VIA LE PROCEDURE DI RINNOVO DELLE CARICHE SOCIALI ANCOT;

6. LA DIRETTIVA EUROPEA SULLE CURE TRANSFRONTALIERE CONVEGNO DELLA ORGANIZZAZIONE MONDIALE DEL TERMALISMO (OMTH) A LEVICO TERME IL 19 OTTOBRE 2013;

7. BANDO EUROPEO SUL TURISMO ACCESSIBILE 23 OTTOBRE 2013 TERMINE ULTIMO DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO.

Files allegati:
News Letter n. 3 giugno 201310/06/2013
News Letter n. 3  giugno  2013
ECCO IL NUOVO LOGO ANCOT!

Il nuovo logo ANCOT, voluto e approvato recentemente dal Consiglio Direttivo, contraddistinguerà carta intestata e nuovo sito web.

1. INTERVISTA DEL PRESIDENTE DI FEDERTERME

2. FORST – IV BANDO DI RICERCA IN "MEDICINA TERMALE RIABILITATIVA E OTORINOLARINGOIATRICA"

3. ANCOT ADERISCE AD EHTTA (ASSOCIAZIONE EUROPEA DELLE CITTA’ TERMALI STORICHE)

4. BANDO EUROPEO DI 1,5 MILIONI DI EURO PER PROGETTI TURISTICI TRANSNAZIONALI 


5. BANDO EUROPEO 1,5 MILIONI DI EURO PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO CULTURALE E INDUSTRIALE ATTARAVERSO LA CREAZIONE DI PRODOTTI TURISTICI

6. BANDO NAZIONALE DI 8 MILIONI DI EURO PER RETI DI IMPRESE TURISTICHE

Files allegati:
News Letter n. 2 marzo 201315/03/2013

In questa News Letter

1. Restyling del Sito ANCOT

2. Linee Guida delle cure termali - Istituto Superiore di Sanità 

3. Termalismo e riabilitazione 

4. ANCOT e FEDERTERME partecipano alla preparazione del convegno europeo della Federazione Termale e Climatica francese del prossimo 7-8 novembre ad Enghien-les-Bains 


5. Legge di stabilità 2013 e ruolo del termalismo 
  
6. Legge Termale. Gli aggiornamenti proposti da Unionturismo

7. 400 mila euro dalla Commissione Europea al progetto “Cafés de l’Europe” dell’Associazione Europea delle Città Storiche Termali (EHTTA).

8. Turismo italiano: dati e risultati
 

9. L’Europa e “Il Piano d’azione Imprenditorialità 2020”

 
10. Premi europei per la promozione d’impresa 2013
 

Files allegati:
News Letter n. 1 febbraio 201313/02/2013

In questa News Letter:

1. FUTURO DELLE TERME A  MONTECATINI

2. UN BANDO EUROPEO PER IL RECUPERO DI “SITI A RISCHIO”

3. LA VIA DELLE TERME TRA I “CAMMINI D’EUROPA”

Files allegati:
News Letter n. 8 dicembre 201209/12/2012
In questa News Letter:

1. Riabilitazione e termalismo. ANCOT scrive al Ministro della Salute

2. Progetto europeo di cultura termale “SOURCES of culture: Cafès de l’Europe”. La partecipazione di ANCOT

3. EHTTA Visibilità e promozione  delle Città Storiche Termali

4. Intesa ANCOT/ANMCT

5. Comune di Stenico, benvenuto in ANCOT!

6. Montecatini Terme: il rinnovamento dell’offerta termale all’interno di un progetto di rilancio

Files allegati:
News Letter n. 7 ottobre 201205/10/2012

Ricordiamo Massimo Vannucci parlamentare amico del termalismo 

Massimo Vannucci, grande amico del termalismo e di molti di noi, è morto il 5 ottobre scorso, lasciando al mondo termale italiano un lavoro ampio ed intenso tra cui l’importante PDL n. 4570/2011 di aggiornamento della legge di riordino termale n. 323/2000.  Il profondo rammarico per la sua scomparsa  si accompagna al ricordo dell’impegno politico e sociale dell’uomo e del parlamentare. A noi il compito di portarne avanti  le istanze insieme con l’Associazione dei parlamentari “Amici del termalismo” di cui era portavoce autorevole e puntuale. Ci stringiamo con affetto alla famiglia e, per onorarne la memoria, pubblichiamo la bellissima lettera di saluto ad amici, compagni di partito e conoscenti scritta pochi giorni prima di morire e letta da Pier Luigi Bersani alla Camera dei Deputati.

Massimo Tedeschi - Presidente  A.N.CO.T.

 

“Ringrazio per la vita che mi è stata data….”

Carissimi tutti,

ringrazio per la vita che mi è stata data e che tanto mi ha dato. Ho cercato anche io di dare aiuto quando ho potuto. Avrei potuto fare anche di più e meglio, ma abbiamo dovuto fermarci per le implacabili leggi naturali.

NON RIMPIANGO niente, credo di potermi presentare con un bilancio positivo all’esame della storia. Credo che la vita eterna consista nell’aver contribuito all’evoluzione dell’umanità e che il giudizio sull’operato in questa terra venga dato dalle opere, dalle azioni, dalla conoscenza, dalle emozioni e dalla positività trasmessa agli altri e ci sia quindi un premio nel se e nel come continuiamo a vivere con chi rimane.

LA PAURA non è per la morte, ma per l’oblio. Ma so che non sarà così. Per questo vi ringrazio, per portarmi dentro di voi fino a quando vi sarà possibile. Vorrei abbracciarvi tutti, uno per uno: la mia famiglia, gli amici, i colleghi e i compagni del mio partito e non solo. Le tante persone che ho incontrato e apprezzato in questi anni, con le quali abbiamo fatto azioni ed opere, sempre guardando al bene comune. A quanti mi hanno sostenuto e voluto bene, da Macerata Feltria al Montefeltro, alla nostra provincia bella ed alle Marche.

Vi abbraccio

Ciao,

Massimo

Files allegati:
News Letter n. 6 settembre 201218/09/2012
In questa News Letter:

DA ANCOT  : PIU’ COMUNICAZIONE, TURISMO E CULTURA

 , PROMOZIONE DELLA RICERCA SCIENTIFICA Files allegati: