NEWS / EVENTI / BANDI

ARCHIVIO
IL BENEVENUTO AL COMUNE DI SARDARA, NUOVO SOCIO ANCOT26/07/2017
IL BENEVENUTO AL COMUNE DI SARDARA, NUOVO SOCIO ANCOT
BENVENUTO IN ANCOT !
Il Comune di Sardara (Medio Campidano) è tra i nuovi Soci di ANCOT, così come deliberato dal Consiglio Direttivo lo scorso 21 luglio a Roma presso la sede di ANCI.
Salgono così a 50 i Comuni Termali aderenti all’Associazione, che in questi ultimi anni si sono raddoppiati.

Sardara, centro di oltre 4000 abitanti, è uno dei più importanti degli oltre venti paesi della nuova provincia del Medio Campidano. Il suo centro storico, ricco di fascino ed estremamente evocativo, ci riporta indietro nel tempo; qui si ritrovano alcune delle architetture tipiche del Campidano meglio conservate e valorizzate in assoluto. Le strade, linde ed ordinate, acciottolate o lastricate, restituiscono atmosfere d'altri tempi. Storicamente appartenente alla curatoria di Bonorzuli, si caratterizza per la presenza del castello di Monreale, sulla collina omonima, per lo stabilimento di acque termali sulle antiche thermae romane, per il complesso nuragico-fenicio-punico di Sant'Anastasia nel centro dell'abitato.

L'acqua medica Aquae Neapolitanae
Uscendo dalla periferia nord-occidentale di Sardara e passando attraverso la SS 131, una strada porta in località Santa Maria de is Acquas, presso il santuario omonimo. In questa piccola vallata circondata da nuraghi e attraversata dal Rio Sacer, sgorgano cinque sorgenti termominerarie, che la resero luogo sacro per le qualità taumaturgiche delle acque. È l’area delle antiche Aquae Neapolitanae, (II-I sec, a.C) tappa della via Òthoca-Kàralis, ricordata da Tolomeo e nell'Itinerarium Antoninii. La zona fu interessata dall’insediamento umano nell’eneolitico (ceramiche di cultura Monte Claro dal nuraghe Arigau) e nel periodo nuragico. In età romana le acque termali vennero utilizzate a scopo terapeutico con l’edificazione di un grande complesso che costituiva il fulcro delle Aquae Neapolitanae. Accanto alle Thermae i Romani edificarono un tempio nel quale veneravano le loro divinità (più in là con la diffusione del cristianesimo gli antichi culti pagani furono sostituiti dalla venerazione della Vergine delle Acque). I materiali di scavo, rinvenuti a più riprese, documentano la continuità dell’insediamento e della frequentazione delle terme a scopo terapeutico per tutta l’antichità. Nel medioevo Villa Abbas era frequentata dai giudici d'Arborea che risiedevano periodicamente nel castello di Monreale (Ugone II frequentava lo stabilimento termale di Sàrdara per curare la gotta). Alla fine dell'800 Filippo Birocchi realizzò un attrezzato stabilimento termale, modernissimo per quei tempi, che inglobò i resti delle antiche terme. Dello stabilimento romano sono ora distinguibile una vasca quadrata e fondamenta di vari edifici. Una planimetria delle strutture romane cancellate dalle moderne terme è collocata nell’edificio.

http://www.comune.sardara.vs.it
ANCOT PATROCINA IL WORLD WATER DAY DI ASSOCIAZIONE ITALIANA DI TECNICA IDROTERMALE A PISA22/03/2017
ANCOT PATROCINA IL WORLD WATER DAY DI ASSOCIAZIONE ITALIANA DI TECNICA IDROTERMALE A PISA
WORLD WATER DAY 2017

PISA PALAZZO GAMBACORTI 22 MARZO 2017
 
L'ASSOCIAZIONE ITALIANA DI TECNICA IDROTERMALE, PRESIEDUTA DAL DR. FRANCESCO RUSSO, HA ORGANIZZATO UN CONVEGNO in occasione della GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA 2017,ANCHE CON IL PATROCINIO DI ANCOT.

L'ONU-UNRIC-Bruxelles ha ufficialmente concesso alla suddetta manifestazione l'onore di essere riconosciuta nel prestigioso ambito degli "OBIETTIVI PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE - 6 ACQUA PULITA E IGIENE", indicati e promossi dall'ONU.

Il programma prevede una serie di qualificati interventi inerenti la tematica indicata quest'anno dall'ONU: "WASTEWATER".

Presiede i lavori Francesco Russo (Presidente Associazione Italiana di Tecnica Idrotermale)

Registrazione 8.30 - 9.00 dei partecipanti
9.00 - 9.50 Saluti delle Autorità

I S e s s i o n e (moderatori: F. Russo, F. Bosco)

9.50 - 10.10 SIGNIFICATO DELLA GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA - F. Bosco (ONU-UNICRI)

10.10 - 10.30 GLI SCARICHI DELLE ACQUE REFLUE ED I CORPI RECETTORI. QUADRO NORMATIVO - L. Giovannelli (già Coordinatore Commissione Regionale ARPAT “Tutela della Risorsa Idrica")

10.30 - 10.50 QUALITÀ DEI REFLUI OLTRE LE NORME DI LEGGE? U. Mura (Dip. di Biologia dell'Università di Pisa)

11.00 - 11.20 Coffee break

II S e s s i o n e (moderatori: F. Russo, F. Bosco)

11.30 - 11.50 LA DEPURAZIONE DEI REFLUI CONCIARI: PROCESSI E SINERGIE PER UNA MAGGIORE SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE - G. Mori (Direttore Tecnico del Consorzio CUOIODEPUR SpA)

11.50 - 12.10 ELEMENTI DI ANALISI DI RISCHIO IN TEMA DI ACQUA E SALUTE - E. Veschetti (Dip. Ambiente e Salute, Istituto Superiore di Sanità)

12.10 - 12.30 QUALITÀ DELL'ACQUA E SVILUPPO SOSTENIBILE R. Salerno (Global Health International Advisors)

12.30 - 13.00 Considerazioni finali e saluti di chiusura lavori



F. Russo
Presidente A.I.T.I.
COMITATO ORGANIZZATORE E COORDINAMENTO SCIENTIFICO
R. Del Monaco (A.I.T.I.)
M. Matteoli (Presidente CUOIODEPUR)
M. Gesi (Prorettore Università di Pisa)
A. Liquori O'Neil (ONU-UNICRI)
D. Masala (Università degli Studi di Cassino)
I. Musilli (Acqua & Terme Fiuggi SpA - A.I.T.I.)
A. Nannipieri (Presidente Rotary Club Pisa A. Pacinotti)
M. Pardòn (PAHO-WHO, Pan-American Health Organization)
F. Mantelli (A.I.T.I.)
D. Salvati (Protocol Academy)
R. Salerno (GHIA, Global Health International Advisors) Files allegati:
PRESIDENTE ANCOT: DIMORE STORICHE E TERME PER IL TURISMO ITALIANO21/03/2017
PRESIDENTE ANCOT: DIMORE STORICHE E TERME PER IL TURISMO ITALIANO

Dimore storiche e terme insieme per il turismo italiano

Acqui Terme – Le dimore e residenze storiche e le terme italiane  insieme come sistema di attrazione del turismo internazionale.

Se ne è arlato durante la sontuosa inaugurazione di Villa Ottolenghi Wedekind di Acqui Terme che è tornata agli antichi fasti grazie all’impegno del proprietario Vittorio Invernizzi patron del gruppo Lurisia.

La villa, voluta dai coniugi i conti Arturo Ottolenghi ed Herta Wedekind, vuole tornare ad essere il punto di attrazione e di riferimento per gli eventi che gravitano intorno alla città termale di Acqui.

Proprio nel corso dell’evento di inaugurazione, al quale ha preso parte anche il sindaco Enrico Silvio Bertero, è stato annunciato che la villa sarà la cornice del meeting sul turismo termale in Italia programmato dal prossimo 30 settembre al 1 ottobre.

Ad annunciarlo Franca Roso attuale vice sindaco di Acqui Terme e presidente di Ancot l’associazione dei comuni termali italiani, Ivan Drogo Inglese presidente di Assocastelli e il consigliere regionale del Piemonte Massimo Berutti.

Quattro i temi che verranno approfonditi nella due giorni: i centri termali come poli di attrazione turistica nei territori, la promozione del sistema termale italiano nei mercati internazionali, la sinergia tra il sistema termale e il sistema dell’ospitalità e i soggetti che investono nel settore termale.

Fonte: MyCastle.it

CITTA' DI ACQUI TERME: GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA 201716/03/2017
CITTA' DI ACQUI TERME: GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA 2017
                                                                                              COMUNICATO STAMPA



Il Vice Sindaco del Comune di Acqui Terme, Franca Roso, in collaborazione con A.N.C.O.T., Associazione Nazionale dei Comuni Termali, organizza anche per l’anno 2017, la celebrazione della  “Giornata Mondiale dell'Acqua”.
Tale ricorrenza, istituita dalla Nazioni Unite nel 1992, ha lo scopo di promuovere attività concrete volte alla tutela e alla salvaguardia dell’acqua, il bene più prezioso per la vita sulla Terra ed a porre in essere attività di sensibilizzazione per un consumo  responsabile delle risorse idriche sia a livello personale che a livello globale.
Il giorno mercoledì 22 marzo, alle ore 9.30, presso la sala Belle Epoque del Grand Hotel Nuove Terme, verrà realizzato un particolare percorso musicale ludico didattico incentrato sulla tematica dell’Acqua. Il programma prevede un concerto musicale, su celeberrime musiche inerenti l’acqua e vedrà l’esibizione di cinque artisti: un polistrumentalista con harp glass, un cantante, un’arpista, un violinista ed un percussionista, a cura dall’Associazione Mozart 2000.
Successivamente, un gioco a quiz  metterà in sfida le classi IV e V delle Scuole Primarie acquesi. Il gioco consisterà nel risolvere quesiti sul tema dell’acqua. Ogni classe dovrà nominare dei rappresentanti che saranno i portavoce durante le sfide. L’importanza dell’argomento e la sensibilità caratteristica dei bambini verso le tematiche ambientali, han fatto registrare già fino ad ora, una numerosa adesione delle scuole primarie all’evento, che coinvolgerà oltre 300 bambini.
A tutte le classi partecipanti sarà riconosciuto un premio di partecipazione ed alle prime tre classificate verranno riconosciuti premi in buoni acquisto da spendere presso le cartolibrerie della città.

Acqui Terme, 14.03.2017

                Il Vice Sindaco                                                                                                         Il SINDACO
           Il Presidente A.N.C.O.T.                                                                                      Enrico Silvio Bertero    
                  Franca Roso

Files allegati:
ANCOT PER LA GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA 22.03.201702/03/2017
ANCOT PER LA GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA 22.03.2017
ANCOT PER LA GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA
22 marzo 2017

Il 22 marzo di ogni anno si festeggia l'acqua, l'elemento sinonimo di vita.
La Giornata Mondiale dell'Acqua (in inglese: World Water Day) è una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, prevista all'interno delle direttive dell'agenda 21, risultato della conferenza di Rio.
Il 22 marzo di ogni anno gli Stati che siedono all'interno dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite sono invitati alla promozione dell'acqua promuovendo attività concrete nei loro rispettivi Paesi.
Oltre gli Stati membri del Palazzo di Vetro, dal 2005 anche una serie di Organizzazioni Non Governative hanno utilizzato tale giornata come momento per sensibilizzare l'attenzione del pubblico sulla critica questione dell'acqua nella nostra era, con occhio di riguardo all'accesso all'acqua dolce e alla sostenibilità degli habitat acquatici.
ANCOT e i Comuni Termali non possono che essere sensibili a questo tema ed aderire appieno alla Giornata Mondiale dell’Acqua, visto che le acque termali nello specifico sono una vitale ed inestimabile risorsa per i propri territori da tutelare e valorizzare.
ANCOT intende, pertanto, patrocinare e sostenere la Giornata Mondiale dell’Acqua anche attraverso la promozione da parte delle singole Città Termali di iniziative, eventi, manifestazioni che coinvolgano scuole, cittadini, istituzioni.
ANCOT metterà, dunque, metterà a disposizione il proprio sito istituzionale per la diffusione di manifestazioni volte a sensibilizzare il valore il valore dell'acqua, generatrice di vita e risorsa più preziosa che abbiamo, un bene da tutelare e gestire responsabilmente, con particolare attenzione alle nostre acque termali.

Rif.to Segreteria A.N.C.O.T.: tel. 0578 64233 – fax 0578 64694 - e-mail: segreteria@comunitermali-ancot.it – www.comunitermali-ancot.it.

Files allegati:
ANCOT alla presentazione della proposta di legge "Modfiche 323-2000 ROMA Camera dei Deputati03/02/2017
ANCOT alla presentazione della proposta di legge "Modfiche 323-2000 ROMA Camera dei Deputati
ANCOT alla presentazione della proposta di legge


“Modifiche alla legge 24 ottobre 2000, n. 323, concernente la disciplina del settore termale, e istituzione della Giornata nazionale delle terme d'Italia”
.


Roma 1 febbraio 2017 - La Presidente di ANCOT Franca Roso, Vice Sindaco del Comune di Acqui Terme, insieme ai rappresentanti di molti Comuni termali, ha preso parte presso la Camera dei Deputati alla presentazione, a cura dell’Intergruppo parlamentare “Amici del termalismo”, della proposta di legge Modifiche alla legge 24 ottobre 2000, n. 323, concernente la disciplina del settore termale, e istituzione della Giornata nazionale delle terme d'Italia.
Nel corso dell’incontro con alcuni dei firmatari, tra cui gli On. Fanucci e Camani ed il Sen. Pagliari, ed alla presenza del Presidente di FederTerme Dott. Jannotti Pecci, la Dott. Roso ha espresso  soddisfazione per questo importante risultato, che dimostra come sia fondamentale la collaborazione degli Enti territoriali - che trovano in ANCOT l’associazione che li rappresenta - con Federterme e le Istituzioni, per rilanciare e salvaguardare tutto il settore termale ed ha rinnovato la disponibilità di ANCOT a lavorare in sinergia con tutti coloro che, a vario titolo, si occupano del settore termale.
Una delle novità più significative introdotta dal progetto di legge è l’istituzione di un fondo di venti milioni annui per il triennio 2017 – 2019 per la riqualificazione termale. Tra le misure proposte, poi,  è da segnalare la previsione che le Regioni riservino apposite risorse per la stipula di accordi tra strutture sanitarie pubbliche e aziende termali, con la costituzione- a tal fine- di un fondo per la sperimentazione di nuovi modelli di assistenza, con una dotazione annua di tre milioni di euro fino al 2019. La proposta di legge poi, punta a stabilizzare la previsione della corresponsione, da parte di INPS e INAIL, delle prestazioni economiche per gli assistiti aventi diritto alle cure anche dopo il 1° gennaio 2019, data espressamente indicata dalla legge di stabilità 2016: per farlo è stato stimato un onere pari a 9 milioni di euro. All’interno del quadro normativo rientra anche il sostegno a  politiche virtuose per il recupero del patrimonio immobiliare pubblico e l’istituzione del credito di imposta per la riqualificazione di aziende termali e la promozione del turismo legato al settore, oltre all’istituzione di una giornata nazionale delle cure termali.
Ecco in sintesi le misure proposte:
Istituzione Fondo per la riqualificazione termale - Tutela dei termini “termali”- Istituzione “Fondo per la sperimentazione di nuovi modelli di assistenza” - Prestazioni economiche accessorie - Direttiva Bolkestein - Dismissione patrimonio immobiliare termale pubblico - Istituzione credito d’imposta - Istituzione “Giornata nazionale delle cure termali”
Risorse finanziare: le misure proposte comportano una spesa per il triennio 2017-2019 di 48 milioni di euro annui.

ANCOT al Ministero della Salute - Documento di Programmazione e Sviluppo 2016-201811/01/2017
ANCOT al Ministero della Salute - Documento di Programmazione e Sviluppo 2016-2018
 La Presidente di ANCOT Franca Roso ha preso parte il 23 novembre 2016 alla presentazione del “Documento di Programmazione e Sviluppo 2016-2018”, presentato e voluto dal Sottosegretario di Stato con delega al Termalismo On. Vito De Filippo presso l’auditorium del Ministero della Salute.

Il Tavolo Tecnico Termalismo, istituito nell’aprile 2016, ha effettuato una ricognizione dello stato dell’arte del termalismo nazionale, avvalendosi degli apporti di esperti dei Ministeri della Salute, dello Sviluppo Economico,  dei Beni Culturali e del Turismo, delle Regioni, di INPS e INAIL, di Federterme, di ANCOT nonché di numerosi docenti universitari ed esperti.
“Partendo dalla definizione di salute dell’OMS intesa non solo come assenza di malattia ma come uno stato di benessere psicofisico generale, - ha dichiarato il Sottosegretario De Filippo - con la  nuova immagine di  termalismo si tratta di passare da una “concezione statica” dello stabilimento termale ad una “concezione dinamica” di percorso termale, nel senso più ampio di wellness  e di educazione verso stili di vita salutari.  In tale quadro, continua il Sottosegretario - va considerato che il settore termale è l’unico che può giovarsi del valore aggiunto dato dall’utilizzo di risorse, strumenti ed esperienze, che rende le prestazioni termali praticabili solo nei centri termali dotati di acque termali appropriate ai trattamenti erogati; viene in tal modo chiarita la distinzione esistente tra la concezione termale tradizionale e quella del benessere”
Questo documento,ha concluso il Sottosegretario, con il contributo di tutti, degli esperti del settore, dei vari enti coinvolti e del Parlamento che dovrà supportarci nel necessario iter di aggiornamento della normativa, sarà il punto di partenza delle attività che verranno svolte nei prossimi mesi, ispirate da una nuova visione del termalismo italiano volto a essere volano produttivo e non solo salutistico per i nostri territori.

AVVISO ESPLORATIVO CESSIONE DI QUOTE DI “GESTIONI COMPLEMENTARI TERMALI SRL” MONTECATINI TERME16/08/2016
AVVISO ESPLORATIVO CESSIONE DI QUOTE DI “GESTIONI COMPLEMENTARI TERMALI SRL” MONTECATINI TERME
AVVISO ESPLORATIVO PER L’INDIVIDUAZIONE DI SOGGETTI
INTERESSATI ALLA STIPULA DI CONTRATTO DI CESSIONE DI QUOTE DI
“GESTIONI COMPLEMENTARI TERMALI SRL” CON SOCIO UNICO, IN
MONTECATINI TERME (PT)
PREMESSA
Con il presente avviso la società Terme di Montecatini Spa intende effettuare
un’indagine esplorativa finalizzata all’individuazione di soggetti interessati
all’acquistototale o parziale delle quote societarie della società Gestioni
Complementari Termali Srl con sede in Montecatini Terme (PT), Viale Verdi 41.
Il presente avviso ha scopo esclusivamente esplorativo, non comporta diritti di
prelazione o preferenza, né impegni o vincoli di qualsiasi natura sia per gli operatori
interessati, che per la società procedente.
INFORMAZIONI SULLA SOCIETA’
La società Gestioni Complementari Termali Srl, è una società di capitali di diritto
italiano costituita in data 27 dicembre 2005 , partita iva ed iscrizione al Registro delle
Imprese presso la CCIAA di Pistoia n. 01581440474, n.REA 162668.
Il capitale sociale di Gestioni Complementari Termali srl avente un valore nominale
pari ad € 8.869.000 interamente sottoscritto e versato è di proprietà al 100% della
società Terme di Montecatini spa..
I principali dati inerenti la società i cui valori contabili sono espressi nell’ultimo
bilancio approvato e riferiti alla gestione 2015, sono i seguenti :
· Beni materiali per euro 9.984.124
· Beni immateriali per euro 160.405
· Altre attività per complessivi euro 38.279
· Patrimonio Netto per euro 8.775.187
· Altre passività per complessivi euro 1.407.621
I principali beni materiali di proprietà della società, totalmente liberi da iscrizioni e trascrizioni
pregiudizievoli, sono i seguenti:
1) Immobile denominato TENNIS TORRETTA, foglio di mappa 20, mappale 46
sub 1,2. Superficie esterni 40.000 mq, superficie fabbricato 310 mq
1. Immobile denominato STABILIMENTO TERMALE TORRETTA, FOGLIO DI
MAPPA 20, mappale 1 (sub1,2,3,4,5,6,7,8),34 (sub. 1e2),35,36,37,47,88,89
Superficie esterni 27.690 mq, superficie Fabbricato 880 mq
2. Immobile denominato “CAMPO PRATICA GOLF”, mappa 20,mappale 110
Superficie esterni 16.600 mq
PROCEDURA
Terme di Montecatini Spa si riserva, senza che ciò costituisca obbligo per la società, di
inviare a coloro i quali avranno manifestato l’interesse in conformità al presente avviso,
l’invito alla successiva fase negoziale, che avrà comunque evidenza pubblica.
Al fine di ampliare la concorrenzialità è facoltà della società invitare anche gli operatori
economici che non avranno inviato manifestazione d’interesse.
Nel caso in cui pervenga una sola manifestazione d’interesse, la società si riserva la
facoltà di avviare una eventuale procedura negoziata diretta.
Si precisa che i partecipanti alla successiva procedura negoziale dovranno anche
predisporre un progetto di sviluppo, sulla base del rispetto dei seguenti principi che di
seguito si riportano a titolo esemplificativo e non esaustivo:
1.Garantire il rispetto dei vincoli tutti imposti dalle amministrazioni pubbliche
2.Garantire il buon funzionamento degli impianti, con intervento di
manutenzioni programmate che dovranno essere specificate insieme al
progetto di riqualificazione
3.Garantire il livello qualitativo della struttura attraverso un’organizzazione
adeguata
4.Presentare gli obiettivi strategici di medio - lungo periodo per lo sviluppo delle
strutture e del territorio.
A tal fine Terme di Montecatini Spadopo la trasmissione della lettera di invito , previa
sottoscrizione di idoneo patto di riservatezza,renderà disponibili agli interessati i dati
tecnici ed aziendali necessari per una valutazione attenta dell’investimento e dunque
per consentire la predisposizione di idoneo progetto di sviluppo, e ciò anche al fine il
garantire il corretto svolgimento della selezione e la sua proficua attuazione.
Sarà inoltre consentito apposito sopralluogo tecnico propedeutico alla predisposizione
della manifestazione di interesse ed eventuale futura offerta.
In ogni caso qualora la Società Terme di Montecatini spa formuli invito alla
successiva fase negoziale si riserva di specificare le condizioni attraverso cui potrà
realizzarsi la cessione di quotecon precisazione dell’entità della partecipazione che si
intende cedere ed il valore stimato.
REQUISITI DI PARTECIPAZIONE
Il presente avviso è rivolto agli operatori economici in possesso dei seguenti requisiti:
Requisiti di carattere giuridico
Persone fisiche o società costituite da almeno 3 anni con personalità giuridica ai sensi
della legislazione dello Stato di appartenenza;
assenza di procedure fallimentari , di liquidazione, di amministrazione controllata,
cessazione attività o concordato preventivo o qualsiasi altra situazione equivalente
secondo la legislazione dello Stato in cui i soggetti hanno sede legale;
assenza di accordi di ristrutturazione del debito, ai sensi della legge fallimentare o altro
strumento giuridico analogo regolato dalla legge applicabile in ragione della sede
dell’impresa,
insussistenza di una qualsiasi causa di esclusione prevista dal D.Lgs. 50/2016
insussistenza di controversie e/o contenziosi con la società Terme di Montecatini Spa
e/o con la Pubblica Amministrazione
adempimento degli obblighi riguardanti il pagamento dei contributi previdenziali ed
assistenziali a favore dei lavoratori conformemente alle norme dell’ordinamento
italiano o dello stato in cui sono stabilite;
adempimento degli obblighi tributari conformemente alle norme dell’ordinamento
italiano o di quelle dello stato in cui sono stabilite;
Requisiti di idoneità professionale
· iscrizione alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura per
l’attività di turismo, o ricettività o benessere
Requisiti di capacità economico-finanziaria:
· Disporre di idonee referenze bancarie prestate da almeno due istituti di credito
di primaria importanza
Requisiti di capacità tecnico-organizzativa:
· I titolari delle aziende partecipanti, ovvero i loro amministratori e/o direttori
generali, dovranno essere operatori del settore termale, o benessere e/o
turistico-alberghiero, con pluriennale (almeno 5 anni) esperienza
documentabile.
· Nel caso di manifestazione di interesse da parte di fondi di investimento ed altri
soggetti giuridici inquadrabili quali possibili mediatori, l’operatività all’interno
di uno dei settori delineati al punto precedente dovrà essere dimostrata con
idonea documentazione.
Ai fini della manifestazione d’interesse sarà sufficiente tuttavia una dichiarazione
rilasciata nelle forme di cui al DPR 445/2000 del Legale Rappresentante del soggetto
partecipante, che dovrà anche contenere l’impegno a comunicare a semplice richiesta
della presente società ogni informazione necessaria al fine di individuare i dati
anagrafici completi della persona fisica per conto della quale si propone l’operazione,
ovvero i dati identificativi completi (comprensivi dell’indicazione degli eventuali soci
titolari di una partecipazione rilevante e dei membri dell’organo amministrativo)
dell’ente per conto del quale si propone l’operazione.
TERMINE E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE
D’INTERESSE
La manifestazione di interesse, redatta sul modulo predisposto ed allegato al presente
avviso o in conformità con lo stesso (allegato A) dovrà essere in lingua italiana,
debitamente compilata e sottoscritta dal legale Rappresentate, e dovrà pervenire,
insieme a fotocopia del documento di identità del dichiarante, entro e non oltre le ore
13.00 del 30 Settembre 2016 alla Segreteria di Direzione di Terme di Montecatini Spa,
Viale Verdi 41, I° piano, Montecatini Terme (PT).
In caso di consegna a mano si informa che l’ufficio osserva il seguente orario: da lunedì
al venerdì 8.30-13.00; 15.00-18.00
ALTRE INFORMAZIONI
Il presente invito a manifestare interesse non costituisce invito ad offrire, né offerta al
pubblico ai sensi dell’art. 1336 cod. civ.
Terme di Montecatini spa si riserva la facoltà di sospendere e/o annullare la
procedura di cessione delle quote societarie, nonché di recedere in qualsiasi momento
dalle trattative eventualmente poste in essere con uno o più soggetti interessati
Ai sensi del D. Lgs. 196/2003 (codice in materia di protezione dei dati personali) si
informa che i dati forniti dai partecipanti e trattati da Terme di Montecatini Spa
saranno utilizzati esclusivamente per lo svolgimento della procedura e nel rispetto
della riservatezza delle imprese partecipanti.
La referenteper la documentazione, consultabile in questa prima fase,la fissazione delle
date dei sopralluoghi è la Segretaria di Direzione, Signora Marisa Baccaro, con telefono
0572 778401
Per ulteriori informazioni tutti gli interessati possono rivolgersi, esclusivamente
tramite posta elettronica, al seguente indirizzo e-mail: direzione@termemontecatini.it
Qualsiasi controversia avente titolo e/o comunque connessa al presente invito, alla
manifestazione di interesse, all’offerta irrevocabile per l’acquisto delle quote societarie
nonché a qualsiasi altro atto relativo e/o comunque connesso a tali atti è devoluta alla
competenza esclusiva del Foro di Pistoia.
La manifestazione di interesse per l’acquisto delle quote societarie costituisce
accettazione espressa da parte del manifestante di tutte le disposizioni contenute nel
presente invito, nessuna esclusa, nonché espressa rinuncia da parte del manifestante a
qualsiasi pretesa diversa da e/o contraria e7o comunque configgente con quanto
previsto dal presente invito a manifestare interesse.
Montecatini Terme, lì 26 Luglio 2016 Files allegati:
ANCOT ANCORA PRESENTE AGLI STATI GENERALI DEL TURISMO (2 FASE) - Napoli 7-9 aprile 201618/04/2016
ANCOT ANCORA PRESENTE AGLI STATI GENERALI DEL TURISMO (2 FASE) - Napoli 7-9 aprile 2016
ANCOT AGLI STATI GENERALI DEL TURISMO
ITALIA PAESE PER VIAGGIATORI
ORGANIZZATI DAL MINISTERO DEI BENI CULTURALI E AMBIENTALI E DEL TURISMO

RAFFORZATA LA COLLABORAZIONE CON IL MIBACT IN TEMA DI TURISMO TERMALE

Napoli 7-9 APRILE 2016
Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

ANCOT ANCORA PRESENTE AGLI STATI GENERALI DEL TURISMO (2 FASE).
Chianciano Terme, 18 aprile 2016 - I lavori si sono svolti dal 7 al 9 aprile a Pietrarsa, presso il Museo Nazionale ferroviario delle FF.SS, dove ANCOT, per la seconda volta, ha avuto l'opportunità di dare voce non solo ai Comuni Termali ma anche di rafforzare e sottolineare l’importanza del turismo termale per questo Paese, in un momento essenziale del processo di creazione dell'annunciato PIANO STRATEGICO DEL TURISMO. I principali attori del turismo: associazioni di settore, istituzioni, università, enti locali, albergatori, nonché i direttori dei principali musei statali e l'Enit, hanno avuto l'occasione di discutere congiuntamente su struttura, dinamiche, relazioni e tendenze evolutive della filiera turistica nel nostro Paese. Tutti gli operatori del turismo con passione, entusiasmo e grande spirito partecipativo hanno così contribuito a definire le scelte strategiche che miglioreranno nel futuro la competitività turistica del nostro Paese. I lavori, introdotti dal Ministro Dario Franceschini, si sono aperti giovedì 7 aprile con ventotto tavoli tecnici di discussione e con circa 400 partecipanti che, nel corso delle tre giornate, hanno potuto liberamente
esprimere la propria posizione su queste cinque diverse tematiche:
1 Turismo, una priorità nazionale;
2 - Italia, brand globale;
3 - Accrescere il valore;
4 - Liberare l'energia,
5 - Restare connessi.
Obiettivo, puntualmente registrato da competenti "agevolatori" in ogni tavolo, è stato quello di contribuire a individuare i temi principali, i contenuti del Piano e le linee di indirizzo per la promozione di un turismo che sappia affrontare le sfide del mercato globale e digitale, ma sempre nel rispetto della conservazione e della valorizzazione delle risorse culturali e paesaggistiche.
Il Presidente del Consiglio Renzi, insieme al Ministro Franceschini ha chiuso la seconda tornata degli STATI GENERALI DEL TURISMO.

Queste giornate rappresentano il proseguo della collaborazione istaurata tra ANCOT ed il MIBACT in tema di turismo termale, precedute nel marzo scorso dall’incontro tra il Presidente di ANCOT Luca Claudio con il neo Direttore del Turismo Francesco Palombo. È già stato chiesto anche un incontro con i nuovi vertici di ENIT
Il Presidente Luca Claudio esprime soddisfazione per il fatto che la presenza di ANCOT ai tavoli istituzionali si è rafforzata, tanto più che in questi stessi giorni ANCOT ha presenziato anche al primo tavolo tecnico del Ministero della Salute in materia di termalismo,  i cui esiti verranno comunicati a breve.

In allegato il documento Orientamenti per il Piano Strategico del Turismo

Files allegati:
RAFFORZATA LA COLLABORAZIONE CON IL MIBACT IN TEMA DI TURISMO TERMALE05/11/2015
RAFFORZATA LA COLLABORAZIONE CON IL MIBACT IN TEMA DI TURISMO TERMALE
ANCOT AGLI STATI GENERALI DEL TURISMO SOSTENIBILE
ORGANIZZATI DAL MINISTERO DEI BENI CULTURALI E AMBIENTALI E DEL TURISMO

RAFFORZATA LA COLLABORAZIONE CON IL MIBACT IN TEMA DI TURISMO TERMALE

Napoli 1-3 ottobre 2015
Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

Si sono tenuti a Napoli al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa gli STATI GENERALI DEL TURISMO SOSTENIBILE dal 1 al 3 ottobre scorso, organizzati dal MiBACT alla presenza del Ministro Franceschini.
Il meeting ha raccolto nelle tre giornate 225 partecipanti, provenienti dalle diverse realtà associative del settore, distribuiti in 15 tavoli di lavoro, hanno discusso i sei temi proposti da sette esperti:
1.    I beni culturali come fattore dello sviluppo sostenibile del turismo;
2.    Sostenibilità delle destinazioni;
3.    New Travel Economy – Come cambia la proposta;
4.    Promozione e Territorio;
5.    Mobilità e intermodalità;
6.    Smart Innovation, le nuove professioni.
Tutti i partecipanti ai tavoli hanno dunque discusso e proposto soluzioni su ogni tema presentato. Non vi sono stati, quindi, specifici tavoli dedicati ad un singolo tema, ma tutti i temi sono stati analizzati e risolti da tutti.
Nella sessione plenaria finale di sabato 3 ottobre sono stati presentati sei rapporti finali, frutto del lavoro dei tavoli e che saranno la base della Carta di Pietrarsa sul Turismo Sostenibile (entro il prossimo dicembre), un documento che farà parte del più vasto aggiornamento del Piano Strategico Nazionale del Turismo. L’appuntamento è per i prossimi 7, 8 e 9 aprile 2016 sempre a Pietrarsa dove questi temi verranno discussi anche con il mondo della cultura.
All’evento ha partecipato il Presidente ANCOT Luca Claudio anche come sindaco della Città di Abano Terme. Quindi sia ANCOT che il Comune di Abano Terme saranno presenti, per la prima volta, agli Stati Generali del Turismo, prima importante occasione per ANCOT di essere presente ai tavoli istituzionali.
Da queste giornate è emerso un dato importante: una rafforzata collaborazione tra ANCOT ed il MIBACT in materia di turismo termale, tema ampiamente presentato e discusso all’interno dei Tavoli, indiscutibile esempio di turismo sostenibile (v.di progetto Giornata Nazionale delle Terme d’Italia).
Infatti, il Presidente di ANCOT nell’incontro avuto il Ministro Franceschini a Pietrarsa ha ribadito, come già fatto in molte altre occasioni, l’importanza del Turismo all’interno del Ministero.
Lo stesso Ministro Franceschini a Pietrarsa ha comunicato di aver recentemente reinsediato il Comitato Permanente del Turismo.
A breve tra avverrà un incontro tra ANCOT ha detto il Presidente Luca CLAUDIO con il Ministro Franceschini e il nuovo Direttore Generale del Turismo in fase di nomina all’interno dello stesso MIBACT.

I Files allegati:
    Conferenza stampa a Montecitorio “Presentazione mozione sul termalismo"04/08/2015
    Conferenza stampa a Montecitorio  “Presentazione mozione sul termalismo"
    Il Presidente A.N.CO.T. Luca CLAUDIO e tutta l’Associazione Nazionale Comuni Termali sono stati invitati alla conferenza stampa di “presentazione mozione sul termalismo”, che si terrà mercoledì 5 agosto p.v. alle ore 14.15 presso la Sala Stampa di Montecitorio a Roma.
    L’invito giunge dall’Intergruppo parlamentare amici del termalismo a firma dell’On.le Edoardo Fanucci (partito democratico) che è anche primo firmatario della mozione di indirizzo al Governo, già depositata alla Camera dei Deputati, e che verrà appunto illustrata nel corso della Conferenza ai principali “attori” istituzionali e non del Termalismo Nazionale.
    Uno dei punti inseriti nella Mozione, firmata da circa 70 deputati, è la richiesta al Governo di “istituire la GIORNATA NAZIONALE DELLE TERME D’ITALIA al fine di perseguire, attraverso l’apertura straordinaria degli stabilimenti termali e check up gratuiti nelle principali aree termali del Paese, la valorizzazione delle terapie termali quali cure mirate alla salute e al benessere psico-fisico dell’individuo”.
    L’istituzione della Giornata Nazionale delle Terme d’Italia è stata pensata e sostenuta dal Presidente di ANCOT Luca Claudio e da tutti i Soci Ancot  fin dalla suo insediamento come Presidente dell’Associazione. Ne è scaturito un progetto, predisposto da ANCOT, che ha già ottenuto da diversi mesi il Patrocinio EXPO e che, anche conseguentemente a ciò, è stato presentato al MIBACT – Ministero per i Beni Culturali e Turismo, lo scorso 15 gennaio col titolo “Istituzione della Giornata NAZIONALE DELLE TERME D’ITALIA” quale evento da inserire tra quelli da promuovere all’interno della Vetrina Mondiale dell’EXPO. Il Ministero, in particolare il ramo inerente il Turismo Sostenibile e i Rapporti con gli Enti Locali sul Turismo, ha espresso molto interesse all’idea e sono in corso contatti tra ANCOT E MIBACT per dar seguito all’iter di riconoscimento della Giornata Nazionale delle Terme.
    “Mi fa piacere, ha detto il Presidente di ANCOT Luca CLAUDIO, che la proposta di ANCOT sia stata probabilmente veicolata dal Mibact e fatta propria dal gruppo parlamentare inserendola nella mozione, anche se questa positiva notizia l’ho potuta apprendere solo a seguito dell’invito e andando a leggere il testo della mozione già depositata alla Camera dei Deputati lo scorso mese di luglio. Non importa, l’importante è che le idee valide vadano a buon fine e se verrà istituita la Giornata Nazionale delle Terme d’Italia sarà un importante risultato per il nostro Termalismo e una bella soddisfazione per ANCOT che l’ha pensata, voluta e che si è impegnata per portarla ai Tavoli Nazionali con l’appoggio dei propri soci che, come noto, sono i Comuni Termali. Qui ringrazio tutti loro per aver aderito in molti a celebrare la Giornata Nazionale delle Terme d’Italia facendo proselitismo anche verso i Comuni non ancora iscritti ad Ancot.  
    ANCOT è un’Associazione che vive solo con le quote associative dei Comuni, non siede a nessun Tavolo Nazionale e questo ne limita molto la possibilità di far sentire la propria voce, ma è con soddisfazione che affermo che mi rende orgoglioso essere Presidente di questa Associazione che pullula di idee, di speranze, di proposte di sindaci che amano questo Paese e si spendono per il Termalismo: una grande ma sottovalutata risorsa nazionale. Speriamo che le cose possano cambiare e che ANCOT venga resa partecipe delle iniziative nazionali sul termalismo, venga chiamata ai tavoli nazionali dove avrebbe voce in capitolo come minimo alla pari di altri soggetti che siedono, ora, a quei stessi tavoli”.

    Chianciano Terme, 4 agosto 2015

    Files allegati:
    PATROCINIO DI EXPO PER IL PROGETTO ANCOT "GIORNATA NAZIONALE DELLE TERME D'ITALIA"14/07/2015
    PATROCINIO DI EXPO PER IL PROGETTO ANCOT "GIORNATA NAZIONALE DELLE TERME D'ITALIA"

    ANCOT ottiene la concessione del Patrocinio di Expo Milano 2015 per l’iniziativa “Giornata nazionale delle TERME D’ITALIA 2015”.

    L’EXPO 2015 di Milano si pone come un notevole volano per l’economia italiana e, quindi, una importante occasione di valorizzazione delle eccellenze culturali, artistiche, turistiche ed economiche dei diversi contesti territoriali.
    Le Terme italiane costituiscono un vero itinerario culturale del benessere con le loro numerose acque minerali e termali.
    Per questo A.N.CO.T. ha proposto, ricollegandosi all'ACQUA - nutrire il pianeta - energia per la vita, una Giornata delle TERME e degli STILI DI VITA nelle principali aree termali del Paese e sua promozione e discussione presso EXPO 2015.
    Le cure termali e la cultura del benessere e della salute attraverso le cure e i trattamenti naturali, come sono l’acqua e il fango, rappresentano un valore aggiunto ad uno stile di vita slow e concreta applicazione di un turismo sostenibile. La millenaria storia della culturale termale in Italia è patrimonio culturale, è risorsa per lo sviluppo del territorio.
    I 170 Comuni termali oggi presenti in Italia e sparsi in tutte le Regioni rappresentano un'offerta davvero unica al mondo per le sue peculiarità (nessuna risorsa termale è uguale all'altra) ed una ricchezza da promuovere in un'ideale percorso che parte nord a sud.

    IL DIRETTIVO A ROMA. PRESENTAZIONE PROGETTO “ACQUE D’ITALIA” IN COLLABORAZIONE CON ITALIADECIDE12/03/2015
    IL DIRETTIVO A ROMA. PRESENTAZIONE PROGETTO “ACQUE D’ITALIA”  IN COLLABORAZIONE CON ITALIADECIDE

    UN ALTRO IMPORTANTE TRAGUARDO PER ANCOT.
    SI E’ TENUTO IL 10 MARZO IL DIRETTIVO A ROMA PRESSO LA SEDE DELL’ASSOCIAZIONE ITALIADECIDE CON LA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO NAZIONALE “ACQUE D’ITALIA”  IN COLLABORAZIONE CON ITALIADECIDE

    Si è tenuto martedì u.s. 10 marzo a Roma, presso la sede di italiadecide, l’Associazione di ricerca per la qualità delle politiche pubbliche presieduta dall’On.  Luciano VIOLANTE, il Consiglio Direttivo di ANCOT.
    Presenti Sindaci e Assessori dei Comuni Italiani del Direttivo ANCOT dal Veneto alla Sicilia e precisamente dei Comuni di ABANO TERME, ACQUI TERME, ALI’ TERME, MONTEGROTTO TERME, BAGNO DI ROMAGNA, ISCHIA, LATRONICO, MONTECATINI TERME E MONTEVAGO.
    Nel corso del Direttivo è stato illustrato il progetto "Acque d'Italia" che sarà realizzato in collaborazione con Italiadecide con lo scopo di “fare sistema” per rilanciare il Termalismo Italiano costruendone una immagine giovane e dinamica, orientata verso il wellness, la cura del corpo, la prevenzione e integrando il termalismo con una intelligente e mirata valorizzazione turistica del territorio. Si tratta di varare una vera e propria politica industriale del settore termale, intesa come marketing territoriale, valorizzazione del territorio  e di tutte le risorse che al territorio si connettono,  a partire dalle terme.
     
    Il progetto vedrà la sua fase conclusiva nella seconda metà dell’anno nel corso di EXPO 2015.
    A questo scopo Italiadecide ed ANCOT hanno già trasmesso una lettera a tutti i Comuni Termali italiani, alle aziende termali ed ai Presidenti delle Regioni per coinvolgerli nell’Evento.

    Al termine del Direttivo, alle ore 12.00, su invito di italiadecide si è tenuta la presentazione presso la prestigiosa sala “IGEA” dell’Istituto della Enciclopedia Italiana (TRECCANI) della prima bozza del progetto ACQUE D’ITALIA da parte del Prof. Attilio CELANT, ex Preside della Facoltà di Economia de LA SAPIENZA e membro dell’Associazione Italiadecide, con gli interventi di apertura e conclusivi del Presidente di Italiadecide  On. Luciano VIOLANTE e del Presidente ANCOT Luca CLAUDIO nonché del consulente scientifico di italiadecide Prof. Enrico SETA alla presenza dei Comuni termali e di tutti gli Attori che hanno manifestato interesse al progetto.

    “L’intento è quello di creare, a breve termine, un progetto di rilancio del turismo termale in Europa e nel mondo da portare ad EXPO 2015, ha affermato il Presidente di ANCOT Luca Claudio, un progetto che dovrà permettere di comunicare al mondo la grande risorsa termale nazionale in stretto rapporto, interazione e sinergia con il TERRITORIO, inteso come il più grande contenitore europeo di Cultura, Arte, e offerta turistica che non ha pari in Europa e nel mondo. Il paesaggio, il clima, una terra ospitale e ricca dove in poco tempo poter vivere emozioni diverse e uniche. Per questo si creerà a breve un gruppo di lavoro, con i rappresentanti istituzionali e privati dei territori termali per lavorare sull’Evento. L’obiettivo sarà ipnotizzare e catturare tour operator e visitatori nazionali, europei e mondiali con immagini spettacolari e uniche dell’Italia attraverso un legame millenario che unisce le TERME al TERRITORIO. Si studierà insieme un veicolo immediato e di forte impatto emozionale che porterà la “firma” dei Comuni Termali, di italiadecide e di quanti vorranno inserirsi in questo ambizioso traguardo”.

    Files allegati:
    PRESIDENTE ANCOT INTERVIENE AQUITALY. CONFERENZA INTERNAZIONALE SULL’ACQUA. ROMA, TEMPIO DI ADRIANO 19/02/2015
    PRESIDENTE ANCOT INTERVIENE AQUITALY. CONFERENZA INTERNAZIONALE SULL’ACQUA. ROMA, TEMPIO DI ADRIANO

    AQUITALY. CONFERENZA INTERNAZIONALE SULL’ACQUA. ROMA, TEMPIO DI ADRIANO – 19 E 20 FEBBRAIO 2015

    Il Presidente di ANCOT Luca CLAUDIO sarà relatore alla suddetta Conferenza durante il Focus del pomeriggio del giorno 20 dedicato ad ACQUA, AMBIENTE E TURISMO CON UN INTERVENTO DAL TITOLO : “IL RUOLO DELL’ANCOT NEL POTENZIAMENTO DEL TURISMO NEI COMUNI TERMALI”

    L’importante evento, organizzato da “FIERA ROMA” può essere visionato sul sito di AQUITALY “www.aquitaly.it” e ospiterà illustri relatori sia in ambito scientifico che medico, oltre ai massimi rappresentanti del termalismo nazionale.

    Patrocinato fra gli altri dalla Commissione Nazionale UNESCO, Organizzazione delle NAZIONI UNITE per l’Educazione, la Scienza e la Cultura, Ministero dell’Ambiente e Regione Lazio ospita Illustri Relatori e Docenti di varie Università Italiane, oltre a rappresentanti dell’Unesco.

    In allegato le linee di intervento del Presidente di ANCOT Luca Claudio.

    Files allegati:
    IL PRESIDENTE ANCOT A COMANO TERME INCONTRA I COMUNI TERMALI TRENTINI24/10/2014
    IL PRESIDENTE ANCOT A COMANO TERME INCONTRA I COMUNI TERMALI TRENTINI

    PROSEGUONO LE VISITE NELLE REALTA’ TERMALI DEL PRESIDENTE ANCOT.
    LUCA CLAUDIO INCONTRA I COMUNI TERMALI TRENTINI

    Si è tenuto nel pomeriggio di venerdì scorso 17 ottobre una riunione convocata dal Presidente di ANCOT Luca CLAUDIO in Trentino con i sindaci dei Comuni Termali della Regione.
    Si sta attuando pertanto la volontà del Presidente di incontrare e visitare le realtà termali italiane non solo per conoscere le realtà e i sindaci iscritti e non, ma anche per ribadire che ANCOT è l’unica Associazione che può rappresentare i Comuni Termali in ambito Istituzionale, che può interpretare e rappresentare nelle sedi competenti le istanze delle amministrazioni comunali delle città Termali e che intende chiedere sinergia e collaborazione da parte del Governo e del Parlamento sui temi del turismo e della crisi che lo stesso sta attraversando.

    Erano presenti all’incontro:

    - Luca Claudio - Presidente ANCOT;
    - Nadia Serafini - Presidente Terme di Comano;
    - Livio Caldera - Sindaco Comune di Comano Terme;
    - Micaela Bailo - Assessore al Turismo Comune di Comano Terme;
    - Giorgio Libera - Sindaco di Dorsino;
    - Gianfranco Rigotti - Sindaco di San Lorenzo in Banale;
    - Claudio Benatelli - Assessore al Turismo Abano Terme;
    - Daniele Merli - Assessore al Turismo di Stenico;
    - Fraizingher Laura - Vicesindaco e Assessore all’Urbanistica di Levico Terme;
    - Michela Sartori - Assessore alle Terme di Caderzone Terme e Presidente delle Terme Val Rendeva e Fonte S. Antonio

    I punti discussi hanno poi determinato le azioni concrete da avviare tenendo presente le seguenti considerazioni:
    1. Non serve dimostrare nulla oltre a ciò che già è un dato certo, e cioè l'efficacia scientifica delle cure termali è già ampiamente assodata e dimostrata dalle attestazioni esistenti che ne certificano le peculiarità delle acque e del fango;
    2. le cure termali e la cultura del benessere e della salute attraverso le cure e i trattamenti naturali, come sono l’acqua e il fango, possono rappresentare senza dubbio un risparmio sulla spesa sanitaria nazionale e questo concetto deve essere portato ai Tavoli Istituzionali e presso i Ministeri per far capire che la promozione di questo “settore” può essere una delle misure per far fronte alla crisi economica attuale;
    3. sul tema del termalismo dal punto di vista dell’aspetto inerente rimborsi e spese per cure termali prescritte da INPS e INAIL o altre misure di tipo finanziario, le questioni vengono spesso affrontate nella Conferenza STATO REGIONI senza la presenza di ANCOT, quindi un’azione forte dovrà essere fatta per essere inseriti ai Tavoli Decisionali, anche Parlamentari;
    4. Creazione e organizzazione della giornata delle TERME D’ITALIA: giornata delle TERME e degli STILI DI VITA con apertura degli stabilimenti termali e check up gratuiti nelle principali aree termali del Paese. Evento che potrà essere diffuso e promosso all’appuntamento mondiale di EXPO 2015 a Milano coinvolgendo il termalismo nazionale da Nord a Sud con temi legati all’ambiente e al risparmio energetico, così come ci chiede anche l’Europa nella futura programmazione 2014 – 2020;
    5. Necessità di rilanciare il turismo termale anche portando l’offerta nazionale e la conoscenza delle risorse termali verso mercati esteri così come la Città di Abano Terme sta facendo in collaborazione con il Consorzio Terme Euganee attraverso il progetto CINA sia in vista di EXPO, sia per una programmazione di rilancio a breve, medio e lungo termine:
    6. Chiedere chiarezza in merito all’attuazione del  DECRETO LEGISLATIVO 4 marzo 2014, n. 38 - Attuazione della direttiva 2011/24/UE concernente l'applicazione dei diritti dei pazienti relativi all'assistenza sanitaria transfrontaliera. Un’occasione che potrebbe essere sfruttata a favore del Termalismo ma purtroppo l’iter burocratico per comprenderne e definirne la corretta attuazione sta procedendo con una parcellizzazione di interventi e misure che crea ancora più confusione sul tema e sta allungando i tempi di attuazione in modo inaccettabile;
    7. Preparare un’azione forte contro la misura ipotizzata dal Governo, di cui all’art. 26, comma 2 della bozza sulla Legge di Stabilità 2015, dove è prevista l’eliminazione delle prestazioni accessorie erogate dall’Inps per le cure termali. Ciò, se confermato, sarebbe causa certa di un tracollo delle Aziende poiché la clientela impossibilitata a far fronte alle spese per la fangoterapia o per altri rimedi termali e naturali, non potrebbe più recarsi nelle aree termali e le Aziende si troverebbero di colpo a gestire una crisi ancora più forte.
    8. L’esigenza di coinvolgere il Ministero alla Ricerca Scientifica e le Università sul tema del termalismo e delle opportunità di sviluppo economico che dal turismo termale derivano. Creare un corso di Laurea o un Master di Marketing territoriale per dotarsi di Professionisti sul Termalismo quali punti di riferimento importanti a cui Operatori, Aziende, Strutture, Istituzioni possano rivolgersi sulle tematiche termali, in particolare sotto il profilo normativo della materia collegandolo alle opportunità di sviluppo economico e marketing territoriale.
    Dopo l’incontro con i Comuni Termali, il giorno successivo il Presidente di ANCOT ha portato il saluto intervenendo al Convegno di Comano “LE TERME TRA CRISI E OPPORTUNITA’ DI SVILUPPO” effettuato con il patrocinio del Ministero alla Sanità, Ministero Beni Culturali e Turismo, ANCOT, FEDERTERME e Provincia Autonoma di Trento. (si allega foto)

    In allegato l'articolo pubblicato da Il Trentino - Corriere delle Alpi
     

    Files allegati:
    7mo Café de L'Europe ad Acqui Terme 17 ottobre 201413/10/2014
    LETTERA DEL PRESIDENTE ANCOT AI SINDACI DEI COMUNI TERMALI: PRESSIONE FISCALE E CRISI DELLE IMPRESE 26/08/2014
    LETTERA DEL PRESIDENTE ANCOT AI SINDACI DEI COMUNI TERMALI: PRESSIONE FISCALE E CRISI DELLE IMPRESE

    LETTERA DEL PRESIDENTE ANCOT LUCA CLAUDIO AI COMUNI TERMALI ITALIANI

    Eccone alcuni passaggi fondamentali.

    "La forte tassazione alle Imprese è senza dubbio uno dei grandi problemi che hanno portato alla crisi e alla chiusura di Aziende e Strutture. Se da una parte, come sindaci, abbiamo l’obbligo e il dovere di chiedere il pagamento delle tasse non corrisposte, dall’altra siamo ben consapevoli che questo contribuisce ad aggravare la crisi delle Aziende che già ci colpisce come territori, sviluppo e occupazione". 

    "... la sofferenza economica e finanziaria delle imprese termali ed alberghiere, su terrori in cui il turismo è sostentamento economico e sociale è fondamentale e diventa importante ai fini di fotografare la consistenza della crisi, che è fortissima, e di alzare la voce presso le sedi competenti affinché il nostro Turismo e Termalismo non abbiano a soccombere e trovarsi in una situazione di totale DEFAULT, affinché possiamo finalmente avere un MINISTERO AL TURISMO E TERMALISMO. Insieme potremo concordare anche azioni unitarie forti nei confronti del Governo su questo tema e ciò sarà motivo di discussione nel corso della prossima Assemblea ANCOT del 17 settembre p.v. a Roma."

    "...nei primi giorni di settembre ho chiesto di incontrare sia il Ministro competente dell'On Franceschini e il Presidente di Federalberghi Bernabo' Bocca..."

    In allegato il testo integrale della lettera inviata dal Presidente ANCOT e Sindaco di Abano Terme ai Comuni Termali Italiani

    Files allegati:
    CAFE' DE L'EUROPE: FIUGGI 24-26 LUGLIO 201411/07/2014
    CAFE' DE L'EUROPE: FIUGGI 24-26 LUGLIO 2014


    Il Café de l'Europe si svolgerà durante il Festival di Fiuggi Fiuggi Family. Saranno organizzati una serie di eventi, tra cui una mostra fotografica di famosi artisti nazionali ed internazionali che hanno visitato Fiuggi. Inoltre, da gennaio 2014, un concorso fotografico, cartoline e manifesti storici, saranno lanciati a rivisitare il passato e il futuro delle terme come un centro culturale e il patrimonio.

    Infine, un concorso di cortometraggi è organizzato e verrà valutato dalla giuria di esperti Festival. Il tema del concorso è aperto a tutti ed a tutte le età è: "L'acqua termale nella Storia, cultura e guarigione." Questi film, della durata di un minuto, saranno valutati in base alla rappresentazione del patrimonio culturale spa a livello europeo, lo sviluppo di centri termali come centri culturali dinamici. Tutti i film saranno presentati al Café e un premio saranno assegnati al vincitore

    Il 26 luglio nel corso del Café de l'Europe si svolgeranno più tavole rotonde fra le quali verranno affrontati i seguenti temi:

    “Città termali, centri di produzioni cinematogragiche”
    Quali prospettive per rafforzare il legame tra benessere termale, patrimonio artistico e la cultura cinematografica ?
    L’impresa cinematografica, le istituzioni pubbliche del mondo del cinema e della cultura, le reti culturali e turistiche
    sono chiamate oggi a riflettere sulle potenziale delle stazioni termali quali location di produzioni cinematografiche.

    “Città termali, scambi e creatività culturale”
    Come sperimentare nuove forme di scambio culturale, di trasmissione di conoscenze e saperi, di promozione della creatività nel settore cinematografico ?

    In allegato il programma del Cafè de l'Europe di Fiuggi

    IL PRESIDENTE DI ANCOT: INCONTRA I SINDACI DEI COMUNI TERMALI SOCI E LE TERME SENESI30/06/2014
    IL PRESIDENTE DI ANCOT: INCONTRA I SINDACI DEI COMUNI TERMALI SOCI E LE TERME SENESI


    IL PRESIDENTE DI ANCOT: INCONTRA I SINDACI DEI COMUNI TERMALI SOCI E LE TERME SENESI.
    Chianciano Terme, Rapolano Terme e Montepulciano: tre diverse realtà a conferma della ricchezza delle risorse termali italiane.


    Chianciano Terme (30 giugno 2014)- Il Presidente ANCOT  Luca Claudio nonché Sindaco di Abano Terme per una due giorni di intenso lavoro (25 e 26 giugno) nella sede operativa e legale dell’A.N.CO.T. a Chianciano Terme.
    In questi due giorni, infatti, il Presidente A.N.CO.T. ha effettuato una serie di incontri con i sindaci di Chianciano Terme - il neo eletto Andrea Marchetti e di Rapolano Terme - il riconfermato Emiliano Spanu.
         
    Le visite istituzionali si sono alternate a quelle con i vertici delle aziende termali. Infatti il Presidente A.N.CO.T. ha incontrato: l’Amministratore delegato della Terme di Chianciano S.p.A. Ferruccio Carminati, quale esempio di terme pubbliche con privatizzazione della gestione delle attività termali; con il Direttore Generale delle Terme Antica Querciaolaia S.p.A. di Rapolano Terme Alessandro Fabbrini, esempio di terme miste pubblico/private con gestione diretta delle attività termali e la Direttrice Generale delle Terme di Montepulciano nonché Tesoriere di Federterme Rossana Turchi quale modello di terme totalmente private con gestione diretta delle attività termali.
     
    "E' stato per me importante visitare le diverse realtà di questo territorio, ha detto il Presidente ANCOT Luca CLAUDIO, è stata la conferma della ricchezza delle risorse termali qui presenti, della loro diversificazione che possiamo offrire sia in termini curativi che di prevenzione, oltre alla componente del benessere e del relax che, grazie a un territorio ricco di cultura e di qualità eno-gastronomica e che si sviluppa in un contesto paesaggistico di rara bellezza, è sicuramente una delle gemme delle nostre Terme d'Italia. Con tutti i Referenti incontrati, sopraindicati, è stata raggiunta una sinergia di intenti e programmi per portare le TERME ITALIANE all'attenzione dei Tavoli Nazionali dove si prendono le decisioni relative al Turismo Nazionale con l'obbiettivo di istituire, finalmente, un Ministero al Turismo dove le TERME occupino un posto rilevante riservando loro la considerazione che meritano.
     Sono convinto che se un'azione forte verrà fatta da tutti i "registi" del termalismo nazionale su obbiettivi condivisi riusciremo ad ottenere quell'attenzione che è sempre mancata a questo importante ramo economico per l'Italia dove da nord a sud operano ben 150 Comuni Termali!.
     Proseguirò nella visita di altre realtà termali per iniziare a far capire che A.N.CO.T. c'è, che non è un contenitore senza speranze come fino a poco tempo fa appariva, che andremo a Roma e chiederemo di essere ascoltati e inseriti nei TAVOLI NAZIONALI, che essere soci di A.N.CO.T. non è solo una dicitura burocratica ma vuol dire conoscere, partecipare, suggerire. Andremo a Roma portando fatti e numeri: presenze, indotto, entrate, e quanto giova al Turismo Italiano quello Termale".


    Nella foto da sinistra il Sindaco di Chianciano Terme Marchetti ed il Presidente A.N.CO.T. e Sindaco di Abano Terme Claudio

    Files allegati:
    Thermabilly Jam 2014 Dal 30 Maggio al 1 Giugno 2014 ad Abano Terme12/05/2014
    Thermabilly Jam 2014 Dal 30 Maggio al 1 Giugno 2014 ad Abano Terme

    Thermabilly Jam ad Abano Terme è un evento che si rifà agli anni Cinquanta e Sessanta e porterà per la prima volta nella cittadina termale la musica e la cultura dell'America di quello straordinario ventennio con una kermesse effervescente e colorata tutta da vivere. Una tre giorni che vedrà alle Terme l'invasione di auto d’epoca in stile americano, costumi anni ’50 e ’60 e musica rock and roll del mito Elivis Presley. Durante la manifestazione ci sarà la sfilata di vetture storiche, con l’esibizione di modelli risalenti al periodo che costituisce il tema del festival.

    Thermabilly Jam ad Abano Terme si svolge nell'isola pedonale e per le vie del centro, per una piacevole passeggiata "retrò" accompagnati dalle note di Elvis, tra mercatini e concerti. Bancarelle e stand vari venderanno oggetti di modernariato e dello stile di vita anni ’50 e ’60: juke box, flipper, cappelli, gadget, quadri, chitarre, oggetti country, dischi in vinile, scarpe bicolore, abbigliamento vintage nuovo e usato, lingerie d’epoca, e tutto ciò che riguarda la cultura di quel fantastico periodo.

    Files allegati:
    ITALIADECIDE E ANCI AL DIRETTIVO DI ANCOT A ROMA08/05/2014
    ITALIADECIDE E ANCI AL DIRETTIVO DI ANCOT A ROMA

    Abano Terme, 08/05/2014

     

     

    COMUNICATO STAMPA

    ________________________________________________________________________

     

    ITALIADECIDE e ANCOT:

    rilancio del sistema turistico termale, marketing territoriale e percorso innovativo per la promozione delle risorse nazionali  temi di concreta attuazione

     

    Si è tenuto ieri 7 maggio 2014 presso la sede nazionale dell’ANCI di Roma il Consiglio Direttivo dell’A.N.CO.T. (Associazione Nazionale Comuni Termali) di cui è presidente il sindaco Luca Claudio.

     

    Sono intervenuti al Direttivo il vice Presidente dell’Associazione “italiadecide” e Consigliere di Stato dott. Alessandro PALANZA e il prof. Attilio CELANT, docente di Economia presso l’Università LA SAPIENZA di Roma.

     

    A seguito dell’incontro tra il presidente di italiadecide Luciano VIOLANTE e il Presidente di Ancot Luca Claudio si è così concretamente dato avvio, come preannunciato dopo l’evento di Montecitorio dello scorso 31 marzo durante il quale alla presenza del Presidente Napolitano “italiadecide” presentò il REPORT SUL TURISMO, alla collaborazione fra i due Enti.

     

    Il REPORT è stato illustrato ai sindaci dei Comuni Termali presenti dal dott. Palanza, il quale ha poi dato la parola al prof. Celant che ha tenuto una “lezione” di economia italiana esaminando il turismo nazionale e termale dal punto di vista del fondamentale apporto economico al sistema Italia e non solo dal punto di vista della quantificazione numerica dei flussi turistici.

     

    Italiadecide opera, come collegamento tra le istituzioni, la politica, le amministrazioni e il mondo scientifico culturale, compiendo studi e ricerche anche per mandato del Parlamento e rivolgendo pertanto la propria attività alla cura degli interessi generali e prevalenti del Paese.

    Tra i soci promotori Giuliano Amato, Gianni Letta e Giulio Tremonti. Presidente onorario Carlo Azeglio Ciampi.

     

    “E’ stato per me un onore, ha detto il Presidente ANCOT Luca Claudio, ospitare al nostro tavolo i maggiori rappresentanti di “italiadecide”. Dopo l’invito a presenziare è stata una insperata soddisfazione il riscontro avuto e la loro partecipazione al Direttivo. Il tema-soluzione proposto da italiadecide sul quale ripartire per dare rilancio al sistema turistico termale nazionale è sicuramente una svolta “culturale” del modo di approcciarsi al Turismo puntando forze e risorse sul MARKETING TERRITORIALE, sul territorio italiano e le sue risorse, sulla valorizzazione della diversificazione dell’offerta che l’Italia propone attraendo i mercati stranieri proprio per la diversificazione dell’offerta nazionale. 

     

    Sono stati poi trattati i temi ambientali e del risparmio energetico con la presentazione da parte dell’Associazione ANCEE ai presenti del progetto di risparmio e cultura energetica per il quale il Comune di Abano è stato comune “pilota” nell’aver colto le positive opportunità dello stesso per i cittadini ma anche per le amministrazioni locali, per ANCI, ANCOT E ITALIADECIDE. Il progetto ha ottenuto il plauso dei presenti e i sindaci hanno chiesto indicazioni per poterlo attivare anche nei propri territori. L’ANCEE ha infatti già ottenuto, oltre al patrocinio della città di Abano Terme, anche il patrocinio dell’ANCI nazionale e di ANCOT.

     

    Con la presenza al Direttivo della d.ssa Raffaella CARIA della segreteria di EHTTA (European Historical Thermal Towns Association), intervenuta in sostituzione del presidente di EHTTA Giuseppe Bellandi assente per la concomitanza della scadenza elettorale nel suo Comune, è stato poi illustrato quanto emerso durante l’assemblea generale di EHTTA dello scorso 16 aprile tenutasi a Baden Baden.

     

    Infine la d.ssa Moira ROTONDO, presente quale referente per ANCI nazionale, e il presidente ANCOT hanno ribadito la volontà di addivenire alla sottoscrizione di un protocollo d’intesa ANCI/ANCOT sulle tematiche del turismo e del termalismo.

     

    “E’ stato fatto un passo in avanti importante ma soprattutto concreto per ANCOT, ha detto Luca Claudio; è iniziato un percorso reale per portare ANCOT ai tavoli nazionali istituzionali dove non era MAI stata presente. Lo faremo grazie al coinvolgimento di ANCI e grazie all’apporto e alla futura collaborazione con ITALIADECIDE, grazie alla condivisione con FEDERTERME. Uniti continueremo a chiedere l’Istituzione di un MINISTERO AL TURISMO E TERMALISMO perché senza una regia superiore la diversificazione dell’offerta turistica nazionale ci penalizzerà anzichè rafforzarci. Dobbiamo iniziare ad usare il concetto di “IMPRESA TURISMO” lavorando sul concetto di promozione territoriale, marketing territoriale e tutto quanto riguarda il TERRITORIO creando una “rete territoriale” dove mettere al primo posto il sistema azienda-turismo.

    Se riusciremo, e questo sarà l’impegno di ANCOT anche attraverso queste importanti collaborazioni, a creare questa rete territoriale, potremo avere un posto nei tavoli istituzionali di programmazione e decisione nel settore del Turismo.

    Concordo quindi con i concetti rappresentati dal prof. Attilio Celant quali strategie per dare un percorso innovativo alla promozione delle risorse nazionali, partendo anche dalle Università dove, così come affermato dal prof. Celant, si deve iniziare a prevedere in modo consistente corsi di studio specifici anche sul marketing territoriale, oltre che sul marketing aziendale.

    E proprio il prof. Attilio Celant, alla fine della riunione, mi ha proposto di convocare il prossimo Consiglio Direttivo di ANCOT presso la Facoltà di Economia dell’Università LA SAPIENZA di Roma, proposta che ho accettato con grande soddisfazione e per me motivo di orgoglio.”

     

     

     

     

                                                                                                                 

     

     

     

    Files allegati:
    Il Presidente ANCOT alla Camera per la presentazione del rapporto 2014 sul Turismo di Italiadecide. 02/04/2014
    Il Presidente ANCOT alla Camera per la presentazione del rapporto 2014 sul Turismo di Italiadecide.

    Il Presidente ANCOT alla Camera per la presentazione del rapporto 2014 sul Turismo di Italiadecide. Inizio di un percorso per la promozione del termalismo.

    Il Presidente di ANCOT e Sindaco di Abano Terme Luca Claudio è stato invitato ed ha partecipato alla presentazione ufficiale del rapporto annuale sul turismo che si è tenuta il 31 marzo nella Sala della Regina presso la Camera dei Deputati.

    Il rapporto sul turismo è stato realizzato dall’Associazione “Italiadecide”, presieduta dall’On. Luciano Violante. Ha introdotto i lavori la Presidente della Camera Laura Boldrini a cui hanno fatto seguito gli interventi del Presidente dell’Associazione Violante e del Ministro dei Beni Culturali e Turismo Dario Franceschini.

    Era presente all’illustrazione del report il Presidente della Repubblica. Al termine dei lavori, il Presidente Luca Claudio ha avuto un colloquio con l’On. Luciano Violante in merito a una futura collaborazione per ospitare ad Abano Terme un convegno sul turismo termale al fine di dare impulso al termalismo locale e nazionale.

    Il Presidente Violante ha accolto con entusiasmo la proposta e nei prossimi giorni verrà formalizzato l’avvio dei lavori per la preparazione del convegno.

    E’ stata l’occasione per portare all’attenzione degli organi nazionali il termalismo che è stato spesso dimenticato all’interno del turismo nazionale

    Nel pomeriggio di ieri Luca Claudio ha incontrato presso la sede nazionale dell’ ANCI il Vice presidente ANCI e delegato nazionale dell’ANCI per il turismo Claudio Ricci, concordando la predisposizione di un protocollo d’intesa ANCI/ANCOT sulle future collaborazioni tra i due organismi in merito alla promozione del turismo termale.

    E’ l’inizio dell’apertura di un dialogo per un percorso condiviso.

    Files allegati:
    CAFE' DE L'EUROPE BADEN BADEN 17 aprile 2014 28/02/2014
    CAFE' DE L'EUROPE BADEN BADEN 17 aprile 2014
    Café de l'Europe - Baden Baden, 17 aprile 2014

    "Le Città Termali del  XIXmo secolo, grandi luoghi d'ispirazione musicale"

    Fra le città del XIXmo secolo, poche possono vantare una tradizione musicale come Baden Baden. Gli scambi culturali oggi come allora stimolano la vita mondana delle città.
    Questo il tema del Café de l'Europe e fa parte di una serie di eventi che avranno luogo in otto città termali europee e finanziati dalla Commissione Europea nel quadro del Programma cultura e che avrà per titolo « Les Sources de la Culture- les Cafés de l’Europe ».

    Files allegati:
    Ancot, la “prima” di Claudio «Sinergia con Federterme»26/02/2014
    Ancot, la “prima” di Claudio «Sinergia con Federterme»

    Ancot, la “prima” di Claudio «Sinergia con Federterme»

    ABANO TERME. La scorsa settimana si è svolto il primo consiglio direttivo dell’Ancot - l’Associazione nazionale dei Comuni termali - nella sede romana di Federterme. È stato il battesimo per Luca Claudio, la sua prima volta nel delicato ruolo di presidente. «Abbiamo voluto iniziare un percorso di collaborazione fra le due associazioni (Ancot e Federterme, appunto, ndc) che devono per forza operare unite se vogliamo portare a casa risultati concreti», spiega il sindaco di Abano, tirando le somme della prima seduta. «È stato importante stabilire che da questo momento anche Ancot sarà presente ai tavoli nazionali ai quali viene invitata Federterme e viceversa. Federterme rappresenta l’imprenditoria termale, quindi la parte privatistica all’interno dello sviluppo termale e turistico, Ancot rappresenta invece la parte pubblica, istituzionale, dove siedono i sindaci in rappresentanza dei Comuni termali. Nel corso dell’assemblea è stata evidenziata la necessità che riunioni e direttivi debbano tenersi perlopiù a Roma, luogo geograficamente raggiungibile sia dai rappresentanti dei Comuni del nord che di quelli del sud. Alla riunione del direttivo abbiamo avuto il piacere di ospitare anche il direttore generale di Ehtta (European historic thermal towns association), della quale Ancot fa parte, Michel Thomas Penette. Ad Ehhta a breve aderiranno anche i Comuni di Abano e Montegrotto dopo l’esame delle candidature», aggiunge Claudio. «È già partita una campagna informativa sull’attività di Ancot e rivolta a tutti i 150 comuni termali d’Italia ed alcuni di essi hanno già risposto iscrivendosi. È in partenza inoltre un’altra missiva con la quale chiederemo a tutti i Comuni di far pervenire un report sui danni subiti a seguito del maltempo dei giorni scorsi, dopodiché chiederò un incontro con il presidente del consiglio Matteo Renzi, nell’auspicio di trovare finalmente ascolto. Abbiamo toccato gli argomenti contributi europei e sgravio fiscale. Inoltre si è stabilito che il marchio dell’Ancot e il link di riferimento venga apportato sulla carta intestata di tutti i Comuni termali associati e sui relativi siti internet».(f.fr.)

    26 febbraio 2014

    il Mattino di Padova / Cronaca / Ancot, la “prima” di Claudio «Sinergia con Federterme»

    il Mattino di Padova / Cronaca / Ancot, la “prima” di Claudio «Sinergia con Federterme»

    Files allegati:
    Il Presidente ANCOT scrive ai Comuni Termali Italiani07/02/2014
    Il Presidente ANCOT scrive ai Comuni Termali Italiani

    Il Presidente di ANCOT Dr. Luca Claudio invita i Sindaci dei Comuni Termali d'Italia a percorrere insieme il cammino del Termalismo e del Turismo, perchè diventi protagonista nelle sfide europee.

    "Caro Sindaco,

    sono stato nominato Presidente dell’Associazione Nazionale dei Comuni Termali (A.N.CO.T.) lo scorso 10 dicembre 2013 e sono il sindaco della Città di Abano Terme (Padova).

    Nell’assumere l’incarico di nuovo Presidente di ANCOT è mio desiderio innanzitutto porgerTi il mio personale saluto rappresentando nel contempo il senso di responsabilità con il quale mi appresto a percorrere un cammino che ritengo importante per il Termalismo e per il Turismo italiano. Portare avanti questo cammino è però imprescindibile dall’importanza di avere al mio fianco tutti i Comuni Termali d’Italia perché il Termalismo è da quest’anno e fino al 2020 protagonista nelle sfide europee per l’ottenimento di Fondi e Risorse. [...]

        Con questa mia voglio quindi invitarVi ad iscriverVi ad ANCOT perché credo in questa Associazione che dal 1989 si impegna per valorizzare e promuovere il termalismo nazionale e che fonda i propri principi ispiratori proprio nelle Istituzioni Locali, nei Comuni, nella parte “pubblica” e che proprio per questo ha il diritto di essere protagonista nelle scelte del Governo Nazionale e del Parlamento Italiano. [...].

      Tuttavia, non possiamo fermarci davanti alla crisi, anzi, dobbiamo unire le forze e contrastarla cercando di trovare nuove strade, nuove soluzioni ma, soprattutto, unendoci affinchè la nostra voce diventi importante e venga ascoltata nei Ministeri, nel Parlamento Europeo e in tutte le maggiori Associazioni Termali Europee dove ANCOT è già presente[...].

      Dobbiamo operare affiancati a FEDERTERME e non in contrapposizione o competizione. Federterme rappresenta l’Imprenditoria e le Imprese Termali, ANCOT la parte Istituzionale : i due aspetti non possono scindersi, anzi, devono camminare insieme per ottenere ascolto in Europa e per operare concretamente su obiettivi condivisi."


      Dobbiamo operare affiancati a FEDERTERME e non in contrapposizione o competizione. Federterme rappresenta l’Imprenditoria e le Imprese Termali, ANCOT la parte Istituzionale : i due aspetti non possono scindersi, anzi, devono camminare insieme per ottenere ascolto in Europa e per operare concretamente su obiettivi condivisi."



    Files allegati:
    SALSOMAGGIORE / BANGKOK E RITORNO Cinque giornate alla scoperta del tesoro di Galileo Chini06/02/2014
    SALSOMAGGIORE / BANGKOK E RITORNO Cinque giornate alla scoperta del tesoro di Galileo Chini

    La Thailandia che non ti aspetti tra le colline di Salsomaggiore Terme

    SALSOMAGGIORE / BANGKOK E RITORNO
    Cinque giornate alla scoperta del tesoro di Galileo Chini

    Nel 1911 Galileo Chini fu chiamato in Siam, al Palazzo Reale di Bangkok, per occuparsi della decorazione della Sala del Trono. Al suo ritorno in Italia, l‘oriente in cui si era immerso, riaffiorò nella sua opera. Salsomaggiore custodisce all’interno dello splendido palazzo Berzieri, nelle stesse vie della città e nei saloni delle feste dell’ex Grand Hôtel des Thermes, le suggestioni esotiche della significativa esperienza artistica maturata a Bangkok dal Chini, che le declina attraverso un linguaggio di matrice liberty-decò, con lo scopo di esaltare l'acqua termale, tesoro di Salsomaggiore.

    5 febbraio, Salsomaggiore Terme - In occasione del rientro a Salsomaggiore Terme delle ceramiche di Galileo Chini, esposte a Bangkok lo scorso settembre all’interno della mostra “Jewels of decoration”, la città sarà sede di una cinque giorni di omaggio all’artista che l’ha resa celebre a livello internazionale. L’evento dal titolo “Salsomaggiore/Bangkok e ritorno” si svolgerà nei principali luoghi di interesse della città da mercoledì 12 a domenica 16 febbraio.

    Per l’occasione sarà Ospite d’Onore della manifestazione all’Ambasciatore di Thailandia in Italia S.E. Surapit Kirtiputra che aprirà i lavori del convegno inaugurale, in programma mercoledì 12 febbraio alle 16 all’interno delle Terme Berzieri, organizzato e coordinato dalla storica dell’arte Maurizia Bonatti Bacchini, massima esperta dell’opera del Chini a Salsomaggiore Terme.

    “C’è un forte bisogno di riposizionare l’immagine di Salsomaggiore Terme a livello nazionale ed internazionale.- ha dichiarato l’Assessore Elena Francani - Con questa cinque giorni di omaggio a Galileo Chini facciamo un primo passo in questa direzione, mostrando il nostro patrimonio fatto di arte, benessere e cultura. Abbiamo voluto coinvolgere diversi attori del territorio per sottolineare quanto la collaborazione tra amministrazione, scuole, associazioni e operatori locali sia fondamentale per concretizzare un rilancio di cui tutti sentono la necessità.”

    “C’è un forte bisogno di riposizionare l’immagine di Salsomaggiore Terme a livello nazionale ed internazionale.- ha dichiarato l’Assessore Elena Francani - Con questa cinque giorni di omaggio a Galileo Chini facciamo un primo passo in questa direzione, mostrando il nostro patrimonio fatto di arte, benessere e cultura. Abbiamo voluto coinvolgere diversi attori del territorio per sottolineare quanto la collaborazione tra amministrazione, scuole, associazioni e operatori locali sia fondamentale per concretizzare un rilancio di cui tutti sentono la necessità.”

    Files allegati:
    Il Presidente ANCOT a Bruxelles per i fondi a favore del Turismo Termale.17/01/2014
    Il Presidente ANCOT a Bruxelles per i fondi a favore del Turismo Termale.
    Il Sindaco di Abano Terme Luca Claudio nuovo Presidente ANCOT11/12/2013
    Il Sindaco di Abano Terme Luca Claudio nuovo Presidente ANCOT

    I COMUNI TERMALI IN ASSEMBLEA A CHIANCIANO TERME

    I Comuni Termali, dalla Sicilia al Trentino Alto – Adige, riaffermano l’importanza del termalismo italiano alla luce della nuova Direttiva UE ed eleggono il Sindaco di Abano Terme Luca Claudio nuovo Presidente ANCOT

    Chianciano Terme, Siena (10 dicembre 2013) – Nella Sala del Consiglio del Municipio di Chianciano Terme, sede legale dell’associazione, si è svolta l’Assemblea Ordinaria dell’ANCOT – Associazione Nazionale Comuni Termali, guidata da Massimo Tedeschi, presidente uscente, già Sindaco di Salsomaggiore Terme, alla presenza di Sindaci e Assessori delle stazioni termali nazionali più importanti.

    Hanno partecipato, oltre al Sindaco Chianciano Terme Gabriella Ferranti, i rappresentanti degli altri Comuni storici fondatori Abano Terme con il Sindaco Luca e l’Assessore Claudio Benatelli, Montecatini Terme (Sindaco Giuseppe Bellandi), Acqui Terme con l’Assessore Franca Roso. Presenti anche il Comune di Alì Terme, Montevago, Stenico Terme di Comano, Montegrotto Terme, Viterbo, Battaglia Terme, Termini Imerse, Montepulciano, Bagno di Romagna, Rapolano Terme.

    Il Sindaco di Chianciano Terme ribadisce “l’importanza di questa Assemblea e dei temi trattati dalla proposta di ANCOT a Federterme della Federazione Termale Italiana al rilancio del sistema termale che punta all’integrazione tra salute,turismo e territorio”.

    Alla conclusione dei lavori è stata effettuata una visita alle piscine termali Theia, da poco inaugurate, e, nel salone delle Terme di Chianciano S.p.A., è stato rivolto un conviviale saluto di ringraziamento al Presidente uscente Massimo Tedeschi e di buon lavoro al neoeletto Luca Claudio, sindaco di Abano Terme, che ha dichiarato: “Ringrazio i colleghi per la fiducia che mi è stata accordata ed assicuro il mio massimo impegno per la difesa ed il rilancio del termalismo italiano. Ritengo che l’applicazione della Direttiva Europea sulla libera circolazione anche degli utenti termali costituisca una sfida per il mondo termale italiano, che potrà contare su un mercato dieci volte più vasto, che può essere vinta e creare così condizioni di favore per il nostro turismo”- ricordando che il Decreto Legislativo di attuazione della Direttiva europea è stato approvato dal Consiglio di Ministri non più tardi di una settimana fa.

    Foto da sinistra: Riccardo Falcone, Carmelo Sparacino (Consiglieri comunali Alì Terme), Calogero Impastato (Sindaco Montevago), Lorenzo Grasso (Presidente Consiglio Comunale Alì Terme), Franca Roso (Vice Sindaco Acqui Terme), Luca Claudio ( Sindaco Abano Terme), Gabriella Ferranti (Sindaco di Chianciano Terme), Claudio Benatelli (Assessore alle Terme Abano Terme), Nadia Serafini (Presidente CdA Terme di Comano).
    Assemblea dei Soci - Chianciano Terme 10 dicembre 201322/11/2013
    Assemblea dei Soci - Chianciano Terme 10 dicembre 2013
    E' stata convocata l'Assemblea ordinaria dei Soci per il giorno martedì 10 dicembre 2013 alle ore 16.30 presso la Sala del Consiglio Comunale a Chianciano Terme in via Solferino n. 3.

    Fra i punti all'Ordine del Giorno:

    * la proposta di costituzione della Federazione Termale Italiana;

     

    * l' attività EHTTA, di cui ANCOT è socia;

    * la domanda di adesione del Comune di Predoi (BZ);

    *ed il rinnovo delle cariche sociali (Presidente e Consiglio Direttivo)

    Files allegati:
    DUE SOCI ANCOT, MONTECATINI TERME ALLA PRESIDENZA E ACQUI TERME ALLA SEGRETERIA ELETTI DA EHTTA15/11/2013
    DUE SOCI ANCOT, MONTECATINI TERME ALLA PRESIDENZA E ACQUI TERME ALLA SEGRETERIA ELETTI DA EHTTA

    DUE SOCI ANCOT, MONTECATINI TERME ALLA PRESIDENZA E ACQUI TERME ALLA SEGRETERIA, ELETTI DAI COMUNI TERMALI EUROPEI DI EHTTA

    Le città storiche termali europee, da Baden Baden, Vichy, Bath fino a Budapest e Karlovy Vary, nell’Assemblea Generale odierna hanno eletto come nuovi Presidente il Sindaco di Montecatini Terme e il Segretario l’Assessore al Turismo di Acqui Terme

    Royat, Francia (15 novembre 2013) – Nel Salone dello storico Hôtel Best Western Princesse Flore a Royat si è svolta l’Assemblea Generale di EHTTA – European Historic Thermal Town Association, guidata dal Presidente uscente Cristian Corne,Vice Sindaco di Vichy, alla presenza dei Sindaci e degli Assessori delle stazioni termali più importanti a livello europeo e delle Associazioni che ne fanno parte come la stessa ANCOT.

    L’Assemblea ha oggi eletto come nuovo Presidente Giuseppe Bellandi, Sindaco di Montecatini Terme e Socio ANCOT e come nuovo Segretario dell’Associazione Franca Roso, Assessore alle partecipate del Comune di Acqui Terme e anch’esso Socio ANCOT.

    Ai nuovi eletti le più vive congratulazioni e l’augurio di buona lavoro da parte di ANCOT.

    In allegato il discorso d'insedimento del neo Presidente Giuseppe Bellandi

    Files allegati:
    SALUTE: VERSO ACCORDO PER EROGAZIONI PRESTAZIONI TERMALI 2013-201507/11/2013
    SALUTE: VERSO ACCORDO PER EROGAZIONI PRESTAZIONI TERMALI 2013-2015
    SALUTE: VERSO ACCORDO PER EROGAZIONI PRESTAZIONI TERMALI 2013-2015 
    SERVE PASSAGGIO IN STATO-REGIONI

    giovedì 7 novembre 2013

          Roma, 7 nov. - (Adnkronos) Si va verso l'accordo nazionale per le erogazioni per le prestazioni termali per il triennio 2013-2015. Oggi se ne e' discusso nella Conferenza delle Regioni, alla presenza del Presidente di Federterme, Costanzo Jannotti Pecci. "Ora attendiamo che l'accordo si completi in Conferenza Stato-Regioni. La trattativa e' stata lunga e approfondita e riteniamo non ci siano problemi", ha sottolineato Jannotti Pecci spiegando che la bozza di intesa prevede "per le prestazioni termali assicurate dal Ssn un aumento del 3 per cento della contribuzione statale". "Con i tempi che corrono e' un buon risultato", ha aggiunto il presidente ricordando che poi bisognera' discutere anche del tema di una banca dati e della figura dell'operatore termale.

          (Sci/Zn/Adnkronos) 07-NOV-13 13:13

    43° Congresso Nazionale dell'AITI " Il Termalismo Italiano alla prova europea - Fiuggi 25-26 ottobre10/10/2013
    43° Congresso Nazionale dell'AITI " Il Termalismo Italiano alla prova europea - Fiuggi 25-26 ottobre
    IL TERMALISMO ITALIANO ALLA PROVA EUROPEA

    Questo è il titolo del 43° Congresso nazionale dell'Associazione Italiana Tecnica Idrotermale A.I.T.I. Che si terrà a Fiuggi il 25-26 ottobre prossimi e a cui presenzierà il Presidente dell'Associazione dei Comuni termali ANCOT, Massimo Tedeschi.

    Quali benefici e come si può standardizzare l'applicazione del fango termale? Si può associare alla terapia riabilitativa in ambito termale anche tecnologie complementari, come la robotica? Come si integra il sistema termale col territorio? Il mondo termale è pronto alla prova europea, cui viene chiamato con l'applicazione della direttiva che permette le cure transfrontaliere ai cittadini europei? Questi, alcuni dei quesiti che verranno portati in discussione. Temi di grande attualità per il mondo termale che da anni cerca una sua precisa e riconosciuta collocazione nell'ambito della cura e della riabilitazione. Si parlerà quindi della ricerca sui benefici e sull'applicazione standardizzata del fango termale euganeo, ma anche di riabilitazione in ambito termale insieme a tecnologie complementari come la robotica; di normative e di relazioni internazionali legate all'assistenza sanitaria del SSN e l'Europa. Interverranno illustri relatori e docenti universitari dell'Università di Pisa, medici termalisti, professori di bioingegneria, oltre che membri del Comitato scientifico di A.I.T.I. , il Direttore scientifico del Centro Studi Termali Pietro d'Abano.

    La seconda giornata di lavori, dedicata proprio alla Direttiva Comunitaria sull'assistenza sanitaria transfrontaliera, cui parteciperà il il Vicepresidente della Commissione europea On.le Antonio Tajani, si concluderà con una tavola rotonda, moderata dal Senatore Sergio Zavoli che coinvolgerà anche il Presidente di ANCOT sul tema delle opportunità e delle sinergie che si apriranno con l'applicazione della Direttiva UE.

    IN ALLEGATO IL PROGRAMMA DETTAGLIATO DEL 43MO CONGRESSO NAZIONALE A.I.T.I.
    Files allegati:

    Convegno internazionale LE NUOVE FRONTIERE DEL SISTEMA SANITARIO EUROPEO 23/09/2013
     Convegno internazionale LE NUOVE FRONTIERE DEL SISTEMA SANITARIO EUROPEO

    LE NUOVE FRONTIERE DEL SISTEMA SANITARIO EUROPEO
    L’applicazione della Direttiva UE 2011/24 sui diritti dei pazienti all’assistenza transfrontaliera nella medicina tradizionale e in quella termale 19 ottobre 2013 Palazzo delle Terme Levico Terme (TN).
     
    Patrocinato anche da ANCOT, si terrà il 19 ottobre 2013, presso il Palazzo delle Terme di Levico (Trento), il Convegno internazionale sulla libertà di circolazione dei pazienti nei paesi europei in conseguenza della ormai prossima entrata in vigore della Direttiva U.E. 2011/24 che sancisce il diritto dei cittadini europei ad avvalersi dei diversi sistemi sanitari nazionali godendo in forma diretta delle stesse prestazioni sanitarie garantite dai singoli stati di appartenenza.

    La Direttiva stabiliva la scadenza del 25 ottobre 2013 per l’adeguamento delle legislazioni dei singoli stati della comunità europea per rendere efficace tale diritto. Il Convegno prevede una serie di relazioni e tavole rotonde che metteranno a confronto la situazione dei sistemi sanitari europei ed italiani e farà il punto sullo stato di attuazione della Direttiva.

    In allegato il programma del Convegno

    Files allegati:
    On. Cenni: “Terme: bene l’impegno del governo, ma la promozione da sola non basta”20/09/2013
    On. Cenni: “Terme: bene l’impegno del governo, ma la promozione da sola non basta”

    La deputata, Susanna Cenni, commenta la risposta alla sua interrogazione per il rilancio del termalismo
     “Sono soddisfatta solo in parte della risposta ricevuta oggi dalla sottosegretaria Simonetta Giordani, alla mia interrogazione sul rilancio del settore termale.

    Monitoreremo con attenzione il lavoro del Governo affinché gli impegni presi siano rispettati, consapevoli che solo con misure di sostegno concrete e con un adeguamento complessivo delle norme potremo aiutare le tante piccole realtà e i grandi sistemi termali che rappresentano una preziosa risorsa per la salute e il benessere dei cittadini, prima ancora che per l’economia di molti territori”. Con queste parole Susanna Cenni, parlamentare senese del Pd, commenta la risposta alla sua interrogazione da parte del Governo oggi, mercoledì 18 settembre, nella X° commissione Attività Produttive.

    “Mi ritengo solo parzialmente soddisfatta della risposta – continua Susanna Cenni - perché credo che al settore termale non siano sufficienti alcuni impegni sul Piano Promozionale, e abbia bisogno di misure ben più forti di quelle annunciate dal Governo. Accogliamo positivamente l’impegno per la promozione del settore all’estero e il lavoro per integrare gli sforzi del Ministero delle Attività produttive e di quello della Salute, ma credo che il comparto termale italiano, fatto sia da piccole realtà che da grandi città termali, oggi abbia bisogno di una risposta integrata e più determinata da parte del Governo.
    Penso, solo per fare alcuni esempi, a misure di sostegno per gli investimenti e il rilancio delle strutture ricettive e alla rete commerciale; penso alle opportunità legate alla direttiva europea che apre alla libera fruizione transfrontaliera le cure termali. Queste sono alcune delle possibili sfere di intervento che oggi sarebbero necessarie, e su questo continueremo a sollecitare il lavoro del Governo”.

    "La ricchezza termale del nostro Paese ha ancora potenzialità di crescita, ma dobbiamo crederci - conclude Cenni - e scommetterci guardando alla realtà che abbiamo. anche per questo continuerò, insieme ai colleghi parlamentari, il lavoro per aggiornare la legge 323 del 2000 sul riordino del settore termale ed adeguare le norme oggi vigore, augurandomi che, insieme al mondo delle imprese ed alle istituzioni impegnate da anni, si riesca a sollecitare una svolta complessiva ed integrata da parte del Governo".

    VERSO VENTURINA TERME19/09/2013
    VERSO VENTURINA TERME

    Nella seduta di giovedì scorso il Consiglio Comunale di Campiglia Marittima ha discusso sulla procedura per cambiare il nome di Venturina in Venturina Terme.
    La proposta della Giunta era stata quella di promuovere un sondaggio d’opinione tra i cittadini raccogliendo firme a sostegno del cambiamento del nome. L’iniziativa avrebbe dovuto partire dai giorni del referendum sul comune unico Campiglia Suvereto per facilitare la partecipazione dei cittadini, per poi proseguire nelle sedi comuni di Campiglia. “Anche se l’atto relativo al cambio del nome è di esclusiva competenza del consiglio comunale – commenta il sindaco Soffritti – l’importanza del tema rende opportuno il coinvolgimento dei cittadini. In molti comuni sono stati fatti anche su questo argomento dei referendum, salvo poi incorrere nella condanna della corte dei conti perché la norma non prevede l’utilizzo di questo strumento per il tema specifico. Volendo ev itare di trovarci in tale situazione, ma ritenendo giusta la partecipazione abbiamo pensato ad una modalità che potesse raccogliere il sostegno dei cittadini alla scelta del consiglio comunale”. I gruppi però non hanno trovato un accordo unitario sull'argomento. Il capogruppo di maggioranza Matteo Brogioni ha pertanto raccolto la proposta del sindaco di costituire un comitato a sostegno del cambio del nome e il gruppo di maggioranza procederà quindi con l’iniziativa di una petizione che sarà consegnata alla giunta e al sindaco affinché propongano al consiglio di adottare la denominazione di Venturina Terme.

    ABANO E MONTEGROTTO TERME - Notte rosa delle Terme 7 settembre 201329/08/2013
    ABANO  E MONTEGROTTO TERME - Notte rosa delle Terme 7 settembre 2013

    Dal 5 all'8 Settembre 2013 Abano e Montegrotto Terme ;      si vestono di rosa per un'intero week end dedicato alla donna.
    La Notte Rosa delle Terme torna anche quest'anno per la sua terza edizione ad animare il bacino termale più grande d'Europa: una grande festa che coinvolge alberghi, negozi e pubblici esercizi di Abano e Montegrotto Terme, mediante un omaggio alla donna declinato in mille modi: musica, danza, enogastronomia, addobbi, fuochi d'artificio...tutto naturalmente in rosa. Una notte con eventi gratuiti ad ingresso libero su tutto il territorio di Abano e Montegrotto Terme, un'occasione unica per vivere assieme la notte più "rosa" e lunga delle Terme. Il culmine dell'evento sarà Sabato 7 Settembre 2013: un'intera nottata ricca di intrattenimenti ad Abano e Montegrotto Terme, che coinvolgeranno il pubblico di grandi e bambini fino alle prime ore del mattino. Le attività si svilupperanno nelle piazze, strade e luoghi pubblici delle Terme Euganee, che saranno animate a partire dalle ore 16 del pomeriggio fino al mattino successivo.
    L'evento "Notte Rosa Delle Terme 2013 - Terza Edizione" è il risultato di una sigergia tra amministrazioni locali, attività economiche e associazioni del territorio. L'unico comune scopo è quello di realizzare un evento di notevoli proporzioni per valorizzare e promuovere l'attivita turistico-economica del territorio stesso. 

    Files allegati:
    ANCOT partecipa al bando europeo STAR: cultura, terme e benessere, trekking, gastronomia04/07/2013
    ANCOT partecipa al bando europeo STAR: cultura, terme e benessere, trekking, gastronomia

    ANCOT ha partecipato, nelle vesti di partner associato, al bando turistico 70/G/ENT/CIP/13/B/N03S04 "Sostegno e promozione alla creazione di prodotti turistici tematici transnazionali” - STAR.
    La valutazione della Commissione Europea, DG Turismo e Impresa, è prevista per la fine dell'anno Il progetto si focalizza sulla creazione di prodotti turistici tematici integrati per lo sviluppo dei territori locali, unendo l'aspetto della cultura, delle terme e benessere, del trekking e della gastronomia.
    I target di riferimento riguardano fasce ampie di turismo: dai senior ai portatori di handicap; dai giovani/studenti agli appassionati ai visitatori.
    Previste 6 azioni specifiche:
    1. creazione di pacchetti turistici tematici in 5 Paesi, con riferimento a Terme e benessere, vie di pellegrinaggio;
    2. partecipazione a fiere turistiche e termali. Previsto inoltre un workshop all'interno di EXPO in collaborazione con Regione Lombardia; 3. creazione di 5 ateliers internazionali itineranti sul tema del turismo culturale declinato nelle sue declinazioni turistiche ed economiche;
    4. misurazione della domanda ed analisi dell'impatto sui territori;
    5. comunicazione, tradizionale e social media;
    6. governance fra 3 itinerari culturali e territori coinvolti.
    Sono stati presi come modelli tre itinerari culturali sui quali sia Commissione Europea, sia Parlamento Europeo, sia Consiglio d'Europa stanno investendo energie e risorse: le città europee storiche termali; il cammino di Santiago; la Via Francigena.
    Partecipano al progetto:
    Associazione Europea delle Vie Francigene, Associazione Europea città storiche termali,
    Federazione Europea dei Cammini di Santiago,
    5 città/agglomerazioni di comuni come Viterbo, Puy en Velay (Francia), Bursa (Turchia), Ourense (Spagna), Vitaguiar (Portogallo); la rete delel città termali del Massif Central in Francia.
    Prevista anche la partecipazione del Ministero del Turismo, ENIT, importanti Tour Operator internazionali.
    Le azioni svilupperebbero su 18 mesi a partire da aprile 2014; previsto un budget di 335.000, co-finanziato al 75% dalla CE.

    Files allegati: